Bolivia, nasce il "socialismo indio" di Morales

1' di lettura

Trionfo per il presidente. Approvata la Costituzione: più potere agli Indios. Accresciuto il ruolo dello stato su economia e risorse naturali

La Bolivia ha una nuova Carta costituzionale. L'esito del referendum, voluto dal presidente Evo Morales, ha attribuito il 60 per cento dei voti al sì, ma, a conferma della frattura sociale e politica che divide la Bolivia, il testo è stato pesantemente sanzionato nelle regioni del Paese governate dall'opposizione autonomista. Il nuovo assetto, attribuisce un ruolo preponderante alle comunità indigene e sottolinea un'attenzione particolare alla giustizia sociale e al ruolo dello Stato che concentra il potere dell'esecutivo e pone sotto il suo controllo l'economia e le risorse naturali.

Leggi tutto
Prossimo articolo