Cesare Battisti, Brasile concede status rifugiato politico

1' di lettura

Niente estradizione in Italia per l'ex militante dei Proletari Armati per il Comunismo, condannato all'ergastolo per quattro omicidi compiuti tra il 1977 e il 1979

Il Brasile ha concesso lo status di rifugiato politico all'ex terrorista Cesare Battisti. Per lui dunque niente estradizione in Italia, dove è stato condannato all'ergastolo per quattro omicidi compiuti tra il 1977 e il 1979. Battisti, che ha 52 anni, si trova agli arresti in un carcere della capitale brasiliana dal marzo dell'anno scorso. La decisione è stata presa sulla base dello statuto dei rifugiati del 1951 e di una legge del '97 che prevedono quali ragioni valide per la concessione dello status "il fondato timore di persecuzione per motivi di razza o di opinione politica".

Leggi tutto