Gaza, diplomazie al lavoro ma Israele ribadisce no a tregua

1' di lettura

Trattative a tutto campo per cercare di arrivare a un cessate il fuoco nella Striscia ma le missioni incrociate dell'Ue per ora non sembrano dare frutti. Anche l'Italia prova a fare la sua parte ma non mancano le polemiche politiche

Diplomazie al lavoro per arrivare il prima possibile a una tregua nella Striscia di Gaza. Per ora le iniziative messe sul campo non hanno però avuto esito, con Israele che continua a dire no alle richieste di fermare l'offensiva. L'attenzione si sposta quindi su New York dove si riunisce il Consiglio di sicurezza dell'Onu, con il presidente dell'Anp Abu Mazen, per esaminare un progetto di risoluzione sul cessate il fuoco. Un accordo però appare lontano, con gli Usa che che chiedono prima di tutto il disarmo di Hamas. Il presidente francese Sarkozy invece insiste: "Le armi devono tacere adesso".

Leggi tutto
Prossimo articolo