Secondo anniversario della morte di Saddam Hussein

1' di lettura

Oggi ricorre il secondo anniversario della morte del presidente iracheno. Il 30 gennaio 2006, l'ex rais fu impiccato a Bagdad

Le mani legate dietro la schiena, il volto scoperto di chi sceglieva di morire a testa alta e poi l'ultimo appello al suo popolo: "restate uniti" diceva Saddam Huessein pochi secondi prima della sua impiccagione. Immagini crude, immortalate all'alba del 30 dicembre 2006, giorno dell'esecuzione del dittatore iracheno. Una morte simbolo di rinascita, questo questo doveva essere per il mondo intero, la fine di un regime sanguinario, l'inizio di una ricostruzione sofferta ma possibile. Da allora sono passati due anni e a Bagdad come nel resto dell'Iraq si continua a morire.

Leggi tutto
Prossimo articolo