Afghanistan, entro primavera 30mila soldati Usa in più

1' di lettura

Il presidente eletto degli Stati Uniti, Barack Obama, punta a rafforzare l'impegno in Afghanistan. Entro primavera potrebbero essere impiegati in missione altri 30mila soldati. E dai primi di gennaio verrà dispiegata una nuova brigata aerea

"Non è in dubbio se lo faremo, ma quando". Il capo di Stato Maggiore statunitense, Michael Mullen, è molto chiaro: è necessario inviare un maggior numero di soldati in Afghanistan. Si tratta di un ampliamento del contingente che sarà molto probabilmente duraturo. E', per certi versi, il primo segnale dell'applicazione della "dottrina Obama" in politica estera. Prima ancora che il presidente eletto diventi formalmente il "commander in chief", il Pentagono lancia un segnale esplicito, cominciando a muoversi come se le indicazioni date da Barack Obama fossero già vincolanti.

Leggi tutto
Prossimo articolo