Belgio, re avvia consultazioni per uscire da crisi politica

1' di lettura

In Belgio il caso Fortis ha travolto il premier, che ha presentato le dimissioni al re Alberto II. Secondo la corte di Cassazione l'esecutivo ha tentato di influenzare i giudici contro i piccoli azionisti

E' nelle mani di Alberto II la sorte di Yves Leterm. Il primo ministro belga cristiano-democratico, in carica dal marzo di quest'anno, ha presentato al re le dimissioni, travolto dallo scandalo Fortis ed accusato di aver fatto pressioni sui magistrati che stavano esaminando la pratica del salvataggio della più grande banca in Belgio e in Olanda, offerta da Bruxelles al gruppo francese Bnp Paribas. Leterme nega di aver tentato di ostacolare il lavoro dei giudici a scapito dei piccoli azionisti, sottolineando come non vi sia alcuna prova in tal senso.

Leggi tutto
Prossimo articolo