Svolta in Thailandia, interdetto il premier

1' di lettura

Somchai Wongsawat accetta il verdetto della corte costituzionale e scioglie il partito di maggioranza. Si avvia alla normalità la situazione dell'aeroporto internazionale di Bangkok. Rientrati i primi turisti italiani

Cede alla protesta e al verdetto della corte. Il primo ministro thailandese Somchai Wongsawat rassegna le dimissioni. il mio compito e finito -ha detto- ora sarò di nuovo un cittadino. Cittadino interdetto per cinque anni dalla vita politica del paese. Così ha decretato la corte costituzionale di Bangkok, che ha ordinato lo scioglimento dei tre maggiori partiti della coalizione per brogli elettorali e ha interdetto il premier e gli altri principali leader dalla politica per un lustro. Una decisone inattesa che ha sorpreso il premier al centro di uno scandalo per corruzione.

Leggi tutto
Prossimo articolo