Mumbai, l'India accusa: i terroristi erano tutti pakistani

1' di lettura

Dopo il massacro a Mumbai, la cui paternità viene attribuita a gruppi terroristici con base in Pakistan, sale la tensione tra Delhi e Islamabad. L'India si è detta pronta a rivedere il processo di pace avviato nel 2004

Dopo l'attacco terroristico a Mumbai, destinato a passare alla storia come l'11 settembre indiano, la tensione tra India e Pakistan continua a salire pericolosamente. Le prossime 48 ore potrebbero rilevarsi decisive. Islamabad ha minacciato di ritirare le truppe impegnate contro gli estremisti islamici nelle regioni tribali al confine con l'Afghanistan, se l'India rafforzerà la sua presenza militare lungo il confine pakistano. L'India sta valutando invece di sospendere il dialogo avviato nel 2004 con Islamabad.

Leggi tutto
Prossimo articolo