Thailandia, la polizia avvia negoziato con i manifestanti

1' di lettura

La polizia ha avviato colloqui con i manifestanti antigovernativi che stanno paralizzando due aeroporti di Bangkok. Gli attivisti vogliono mettere in guardia da un fallimento del negoziato, che provocherebbe un intervento delle forze di sicurezza

La polizia thailandese ha avviato oggi colloqui con i manifestanti antigovernativi che bloccano due aeroporti di Bangkok, mettendo in guardia da un fallimento del negoziato, che provocherebbe un intervento delle forze di sicurezza. Ed e' in previsione di un possibile intervento che piu' di 100 reparti antisommossa della polizia sono affluiti all'aeroporto internazionale di Suvarnabhumi. Il premier Somchai Wongsawat ha proclamato lo stato di emergenza intorno ai due aeroporti. Wongsawat ha finora escluso le dimissioni del suo governo "eletto democraticamente".

Leggi tutto
Prossimo articolo