Clima, è ancora scontro tra Italia e Bruxelles

1' di lettura

Il commissario europeo all'Ambiente, Dimas, ha gelato le speranze del governo italiano che puntava ad un cambiamento degli accordi. Non ci saranno rinvii, il piano deve essere approvato entro dicembre. La Prestigiacomo: "Senza modifiche salta tutto"

Nessuna richiesta ufficiale, ma implicita sì, di inserire una clausola di revisione da far scattare tra 12 mesi, non tra 3 anni come già previsto. L'impegno a lavorare per un accordo entro dicembre ma all'unanimità, e solo se le richieste italiane saranno accolte. Altrimenti, il pacchetto clima sarà materia per il 2009. Stefania Prestigiacomo riassume così la posizione di Roma al Consiglio ambiente dell'Unione europea: "qui nessuno minaccia veti ma soluzioni condivise" dice, ma sulle sorti di quella che chiama la "Maastricht dell'ambiente" non sembra ottimista.

Leggi tutto
Prossimo articolo