Afghanistan, assassinata dipendente di una Ong occidentale

1' di lettura

Uccisa a colpi di pistola, a ovest di Kabul, un'operatrice umanitaria da due uomini in moto. La donna sarebbe di nazionalità sudafricana

Ancora violenza in Afghanistan. Una operatrice umanitaria di un'organizzazione non governativa è stata uccisa oggi ad ovest di Kabul da due uomini in moto a colpi di postola. Secondo alcune fonti di intelligence la donna sarebbe del Sud Africa. I miliziani talebani quest'anno hanno intensificato gli attacchi contro le organizzazioni umanitarie del Paese.

Leggi tutto
Prossimo articolo