Bush: "Dopo le elezioni, summit mondiale"

1' di lettura

Il presidente Usa George Bush, dopo aver incontrato ieri a Camp David il premier francese Sarkozy e il presidente della Commissione europea Barroso, si è detto disponibile ad organizzare un vertice mondiale sulla crisi subito dopo le elezioni americane

Una crisi globale che richiede risposte globali. Per porre fine a una finanza senza freni e senza regole. Almeno così pensa il Vecchio Continente che ha convinto il presidente degli Stati Uniti, George Bush a organizzare un vertice tra i Paesi del G8 allargato a Cina, India e Brasile. In tempi brevi, forse entro novembre, a New York, probabilmente alle Nazioni Unite, si terrà il summit per riorganizzare la finanza mondiale, definirne le nuove regole per evitare il ripetersi di una crisi che in un anno ha bruciato 30mila miliardi di dollari di capitalizzazione in borsa.

Leggi tutto
Prossimo articolo