Clima, è scontro Italia-Ue: "Cifre inesatte"

1' di lettura

Dopo le dichiarazioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che stimava in 18 miliardi all'anno il prezzo per ridurre le emissioni di Co2, dura contestazione del commissario europeo all'Ambiente. "Le cifre non sono esatte", replica Stavros Dimas

A Bruxelles sono "allibiti": sul costo del pacchetto di misure europee per contenere l'effetto serra, "l'Italia dà numeri sbagliati". Ed è subito scontro con il governo Berlusconi. Se il premier ieri calcolava che il prezzo per ridurre l'emissione di Co2 sarà di 18 miliardi all'anno, per il commissario Ue all'ambiente Stavros Dimas, i costi sarebbero tra i 9,5 e i 12,3 miliardi. Anzi, per la Ue, "l'Italia è uno dei Paesi che probabilmente farà l'affare migliore" sul clima, anzichè subire uno svantaggio insopportabile.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24