Pakistan, si spara nelle aree tribali: almeno 40 morti

1' di lettura

Nuove violenze nel Paese dove più di 40 radicali islamici sono morti in scontri contro le forze di sicurezza e le milizie antitalebani. Sono soprattutto queste ultime, nate dalla tribù locali la novità principale nella lotta al terrorismo nell'area

Gli scontri hanno lasciato sul terreno 40 militanti islamici nell'area di Bajaur, una zona nel nord est a maggioranza Pashtun e nell'ormai tristemente nota valle dello Swat, patria del radicalismo islamico in salsa pakistana. Il bilancio parla chiaro: si è trattato di una pesante sconfitta per i talebani che, nell'area, hanno le proprie roccheforti e le basi di partenza per le incursioni nel vicino Afghanistan. Un contributo importante, forse decisivo, in questi scontri, è stato dato dai "Lashkar", milizie paramilitari di combattenti antitalebani.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24