Terrore nel Caucaso, autobomba causa 7 morti in Ossezia

1' di lettura

Sale a sette il numero delle vittime dell'esplosione avvenuta oggi davanti alla sede dei peacekeeper russi a Tskhinvali, capitale della repubblica separatista dell'Ossezia del Sud. Altri 3 feriti sono in condizioni gravi.

Sette persone hanno perso la vita e tre sono rimaste ferite in un attentato a Tskhinvali, capitale della regione separatista dell'Ossezia del Sud. Un'autobomba è esplosa nei pressi della base degli osservatori di pace russi e almeno sei delle vittime sarebbero peacekeeper di Mosca. Sotto l'auto era piazzato un potente ordigno che ha causato l'esplosione mortale. Sei uomini sono morti immediatamente, il settimo in ospedale. I soldati russi si sarebbero avvicinati all'auto per un controllo e qualcuno a distanza ha azionato il detonatore.

Leggi tutto
Prossimo articolo