Stragi nei campus: il folle spara prima su YouTube

1' di lettura

Una nuova ''Bowling for Colombine'' in un liceo vicino a Helsinki. Sul web il filmato annuncio del killer finlandese: ''Il prossimo a morire sarai tu''. Poi l'azione e 11 morti. Non è la prima volta che accade, come dimostrano questi video

Spari che irrompono in una scuola superiore. Il panico. Poi morti e feriti. Uno studente esplode colpi di arma da fuoco sui compagni di classe. E prima ancora di compiere il folle gesto lascia traccia di sé su YouTube.
Un copione che tristemente si ripete. Un copione che si è ripetuto stamattina.
In una scuola professionale della località finlandese di Kauhajoki, paesino a quasi 300 chilometri da Helsinki, il 22enne Matti Juhani Saari inizia a sparare ; almeno 10 le vittime e decine di feriti il bilancio di questa mattinata di terrore.
L’autore della sparatoria tenta il suicidio. Sopravvive ma è in gravi condizioni. Morirà qualche ora dopo. Il bilancio del massacro sale così a 11 vittime.
Nel frattempo da una ricerca su YouTube emergono 4 video pubblicati dal giovane. L’ultimo porta la data del 17 settembre. Si firma Mr Saari, il suo nickname è Wumpscut86. Si riprende mentre in un poligono si esercita a sparare con una Walther P22.
“E improvvisamente ci fu una guerra e le madri che urlavano: per vendetta e rappresaglia di un'altra guerra". Queste le parole che si leggono nel suo spazio personale.
Ed ecco il video shock, ripreso da SKY News prima di essere rimosso dalla rete.
Le immagini potrebbero essere forti.



A distanza di poco meno di un anno torna dunque in Finlandia il fantasma delle stragi a scuola annunciate su YouTube. La sparatoria di oggi potrebbe avere molto in comune con un episodio accaduto nel liceo Jokela di Tuusula, un paesino scandinavo, il 7 novembre del 2007.
Protagonista Eric, un ragazzo di 18 anni . Durante la lezione estrae una pistola calibro 22. Spara all’impazzata e uccide otto persone, sette compagni di classe e la preside. Poi, si toglie la vita.
Il tutto annunciato da un delirante video diffuso su YouTube poco prima dell'inizio della strage, intitolato "Jokela High School Massacre". Nel filmato prima immagini della scuola, poi alcune foto in colore rosso di un giovane dai capelli corti (vedi sotto) che indossa una maglietta con la scritta  "L'umanità è sopravvalutata", il tutto con un sottofondo di  musica hard rock.
Qui sotto un frame del video postato su YouTube e succesivamente rimosso.



Non bisogna andare molto indietro con la memoria per ricordare la strage nel campus universitario di Virginia Tech, negli Stati Uniti. 16 aprile 2007. 32 morti il bilancio del massacro compiuto da un giovane studente di 23 anni di origini sudcoreane. Un massacro annunciato su YouTube, con un video pubblicato qualche giorno prima della strage e con un video messo in rete addirittura tra una sparatoria e l’altra. Tra le fasi del tragico gesto il ragazzo riesce a inviare alla NBC News 22 pagine di scritti, 28 videoclip e 43 foto.



Ma il caso che più si è rimasto impresso nella memoria di tutti, forse grazie anche al documentario realizzato dal regista americano Michael Moore , è quello dell’istituto Colombine , in Colorado. E’ il 20 aprile 1999. Due studenti di 17 e 18 anni, vestiti con impermeabili neri e passamontagna, armati di  pistole, fucili e bombe artigianali, uccidono 13 studenti e ne feriscono altri 21. I due, che poi si uccidono con un colpo di pistola alla testa, avevano deciso di vendicarsi dei muscolosi compagni di liceo che li deridevano. Di simpatie naziste, avevano pianificato la strage nel giorno del compleanno  di Hitler.

Ecco un estratto del documentario.



Leggi tutto
Prossimo articolo