La nuova sfida di Mosca: "Militari in Abkhazia e Ossezia"

1' di lettura

Il presidente Medvedev: "Pronti 7.600 soldati". Il Cremlino allaccia rapporti diplomatici ufficiali con le due regioni separatiste in territorio georgiano. Iniziato il ritiro delle truppe. Condanna degli Stati Uniti

Un contingente totale di 7.600 uomini e basi militari in Ossezia del Sud e Abkhazia per "evitare il ripetersi di aggressioni da parte georgiana". L'annuncio del massiccio dispiegamento di forze russe nelle due repubbliche separatiste arriva dal Cremlino all'indomani della visita del presidente francese Sarkozy, martedì a colloquio con il presidente Medvedev. Nelle due repubbliche ci sarà un contingente nettamente superiore a quello presente prima degli scontri dello scorso mese, quando la Russia aveva una forza di peacekeeping di mille uomini in Ossezia del Sud e 2.500 in Abkhazia.

Leggi tutto
Prossimo articolo