Crisi nel Caucaso, ministri europei riuniti ad Avignone

1' di lettura

Deciso l'invio di una missione di polizia in appoggio a quella Osce, l'istituzione di un'inchiesta e lo stanziamento di 500 milioni di euro in aiuti alla Georgia. Frattini: "C'è unità tra i paesi europei sui fatti che hanno generato la crisi"

Si è conclusa ad Avignone la riunione informale dei ministri degli Esteri dell'Unione Europea. Importanti decisioni sono arrivate sul fronte della crisi in Georgia, come l'invio di una missione di polizia parallela a quella dell'Osce, l'isituzione di un'inchiesta internazionale e lo stanzaimento di 500 milioni di euro di aiuti per Tbilisi. "C'è unità tra i paesi europei sui fatti che hanno generato la crisi e nel richiedere alla Russia il ritiro dalle zone occupate illegittimametne come alla Georgia il non uso della forza senza condizioni".

Leggi tutto
Prossimo articolo