Festival del cinema di Berlino al via: programma e film in concorso

La locandina del Festival del cinema (Berlinale)
3' di lettura

Ad aprire la kermesse “L’isola dei cani” di Wes Anderson. In concorso anche “Figlia mia” di Laura Bispuri con Valeria Golino ed Alba Rohrwacher 

Ai nastri di partenza la 68esima edizione del Festival del cinema di Berlino, in scena nella capitale tedesca dal 15 al 25 febbraio. In programma, pellicole di autori come Wes Anderson e Gus Van Sant, ma non mancheranno le presenze italiane sia in concorso che nelle sezioni collaterali. L'Orso d'oro alla carriera sarà assegnato all'attore statunitense Willem Dafoe, al quale sarà dedicata una retrospettiva con alcune delle sue pellicole più famose. La giuria che assegnerà l’orso d’oro sarà invece presieduta dal regista Tom Tykwer.

I film in concorso

L’apertura del Festival sarà affidata al film di animazione di Wes Anderson “L’isola dei cani”. Tra le 19 pellicole in corsa per l’orso d’oro, anche “Damsel,”  di David e Nathan Zellner (USA) con Robert Pattinson e Mia Wasikovska; “Don't Worry, He Won't Get Far on Foot,” di Gus Van Sant (USA), biopic sul disegnatore John Callahan con Joaquin Phoenix e Rooney Mara, ed “Eva” di Benoît Jacquot (Francia) con Isabelle Huppert. Unico italiano presente in questa sezione, “Figlia mia” di Laura Bispuri con Valeria Golino e Alba Rohrwacher. Completano la selezione  “3 Tage in Quiberon” di Emily Atef (Germania); “Dovlatov”di Aleksey German Jr. (Russia, Polonia, Serbia); “Las herederas” di Marcelo Martinessi (Paraguay, Germania, Uruguay, Norvegia, Brasile, Francia); “In den Gängen”  di Thomas Stuber (Germania) “Khook” di Mani Haghighi (Iran); “Mein Bruder Robert” di Philip Gröning (Germania); “Museo” di Alonso Ruizpalacios (Messico); “Ang panahon ng halimaw” di Lav Diaz (Filippine); “La prière” di Cédric Kahn (Francia); “Toppen av ingenting” di Måns Månsson e Axel Petersén (Svezia); “Touch Me Not” di Adina Pintilie (Romania, Germania, Bulgaria, Francia); “Transit” di Christian Petzold (Germania, Francia); “Twarz”di Małgorzata Szumowska (Polonia) e “Utøya 22. juli” di Erik Poppe (Norvegia).

I film più attesi e gli Italiani in gara

Tra i titoli più attesi, oltre a quelli già citati in concorso, ci sono “The Happy Prince”, biopic su Oscar Wilde firmato da Rupert Everett con Colin Firth ed Emily Watson e “Unsane” di Steven Soderbergh. La pellicola, che vedrà protagonista Claire Foy, è stata interamente girata con l’IPhone. Sul fronte musicale, da citare il documentario “Songwrite”, dedicato da Murray Cumming a Ed Sheeran. Per quanto riguarda la rappresentanza italiana, concorrerà nella sezione Panorama “La terra dell’abbondanza”, opera prima di Damiano e Fabio D’Innocenzo con Luca Zingaretti e Max Tortora. Sempre in Panorama è in programma “Land” del regista di origine iraniana Babak Jalali. Al centro del film, la vita di un gruppo di nativi americani che abita nelle riserve degli Stati Uniti.

Leggi tutto
Prossimo articolo