Facebook, nuovi strumenti per gestire i rapporti con gli ex-partner

Prendersi una pausa dall’ex fidanzato/a oppure tenerlo a distanza per un po’, magari nascondendo le foto dove si è taggati insieme. Sono alcune delle funzionalità introdotte dal social network di Mark Zuckerberg per permetterci di restare in contatto con una vecchia fiamma, senza doverla bloccare o eliminare dai contatti. Guarda tutte le altre novità. FOTO

 

  • Fino ad oggi, dopo una separazione, per tenere le distanze dall’ex-partner le possibilità erano due: eliminarlo dagli amici oppure bloccarlo, rendendolo incapace di contattarci o di vedere le informazioni che ci riguardavano. Oggi, invece, si può restare amici. Ma a debita distanza… – L’annuncio di Facebook
  • Le nuove funzionalità per ora sono attive solo negli Stati Uniti. Vengono proposte in automatico quando un utente modifica il proprio stato sentimentale online da “Impegnato” o “Fidanzato ufficialmente” a “Single” – Facebook, entrate pubblicitarie divise con i creatori video
  • Facebook recita “Take a break”, “Prenditi una pausa”. Dall’ex partner, s’intende. Il nuovo tool permette di nascondere momentaneamente tutti gli aggiornamenti del proprio partner, in modo da rendere più facile la separazione – Facebook, nuovi profili a tutto video
  • Da una parte sarà possibile decidere quali parti del proprio profilo continuare a mostrare all’ex partner. Dall’altra parte si potrà anche scegliere cosa visualizzare del vecchio fidanzato. Ad esempio, si potrà scegliere di non vedere gli aggiornamenti nei feed delle news o di eliminare il suo nome dai suggerimenti quando si invita qualcuno a un evento o si tagga una foto – Ecco le startup più efficienti
  • Ci sarà anche uno strumento in grado di smarcare i vecchi contenuti dove l'ex è taggato. Il tool, opzionale e raggiungibile dal Centro Assistenza in qualsiasi momento, è in sperimentazione per la versione mobile di Facebook solo negli Stati Uniti - Facebook apre all'uso di pseudonimi: test da dicembre
  • Con un intento simile lo scorso mese Facebook ha introdotto un nuovo filtro per la funzionalità “Accadde oggi”, quella che ogni giorno ricorda i post, le immagini e gli avvenimenti che hanno scandito quello stesso giorno negli anni precedenti della nostra vita virtuale. Ora è possibile evitare che Facebook ci proponga eventi o persone che non vogliamo ricordare, consentendo di specificare gli individui e le date che non si vogliono celebrare - On This Day, l'annuncio di Facebook
  • Per permettere agli utenti di rimanere sempre informati Facebook ha recentemente lanciato Notify, un'applicazione (disponibile oggi solo per iPhone ed esclusivamente negli Stati Uniti) che fornisce sullo smartphone notifiche tempestive da alcuni dei principali siti di informazione e intrattenimento - Notify, Facebook lancia la sua app
  • Notify permette di personalizzare le aree tematiche su cui vogliamo essere informati e propone dei suggerimenti sulla base della notizie su cui abbiamo recentemente cliccato Mi piace. La notifica ricevuta sullo smartphone (che può essere condivisa) contiene un riassunto della notizia e un link che rimanda al contenuto originale - Facebook, entrate pubblicitarie divise con i creatori video
  • Non solo drammi sentimentali e cattivi ricordi. Nelle ultime settimane Facebook ha annunciato molte altre novità. È il caso degli emoji pensati per manifestare il proprio disappunto. Un’evoluzione del tanto atteso pulsante “Non mi piace” - Facebook e il tasto Dislike
  • Lo scorso settembre Mark Zuckerberg ha dichiarato che il suo team stava lavorando a uno strumento che permettesse agli utenti di manifestare la propria disapprovazione. Più che un pulsante con il pollice verso, che sarebbe potuto diventare un’arma nelle mani dei cyber bulli, Facebook sta sperimentando sei emoji per esprimere diversi sentimenti, fra cui rabbia e tristezza. Per mostrare disaccordo senza un impatto troppo negativo - Facebook, 1,5 miliardi di utenti e crescita continua
  • Non solo sentimenti. Facebok si avvicina sempre di più al mondo dell’informazione grazie al potenziamento della funzione di ricerca con Serch FYI, che permette di cercare attraverso il social network tutti i post pubblici presenti sulla piattaforma social – Facebook migliora la funzione di ricerca
  • Grazie a Search FYI i risultati che un utente vede restituirsi da una ricerca non riguardano più solo i post degli amici, ma comprendono tutti gli aggiornamenti pubblici disponibili. I contenuti sono personalizzati: in primo piano i post più popolari sull’argomento, poi quelli dei conoscenti e di seguito tutti gli altri. La funzione, per il momento, è stata lanciata progressivamente solo sul Facebook inglese - Facebook: dall’India agli Usa, sempre più richieste di dati
  • Novità anche per il tool Safety Check che permette alle persone che si trovano in un luogo interessato da una catastrofe di fare sapere ai propri contatti che sta bene. Nato per fare fronte alle calamità naturali, il suo ampio utilizzo dopo gli attentati di Parigi del 13 novembre ha convinto il team di Zuckerberg a mettere a punto nuove linee guida che permettano di utilizzare il tool al meglio anche di fronte ad avvenimenti come quello francese - Parigi e Beirut, critiche a Facebook per la gestione delle emergenze
  • L’impegno sociale di Facebook si traduce nello strumento Foundraisers messo a disposizione di enti no-profit, che possono in pochi click creare una campagna di raccolta fondi e ricevere, con altrettanta facilità grazie al tasto “Dona”, i contributi degli utenti. Lanciato ad agosto e recentemente rinnovato, il tool riguarda 37 organizzazioni - Facebook e gli strumenti per gli enti no profit, l'annuncio
  • Facebook ha migliorato anche l’universo dei video, permettendo a personalità pubbliche di condividere dei video live con gli utenti. Un modo semplice e diretto messo al servizio delle celebrità per raggiungere i propri fan. Fra i più attivi ci sono l’attore Vin Diesel e la tennista Serena Williams - Facebook annuncia i video live delle star