iWatch? No, Apple Watch: in un nome la fine di un'era. FOTO

L'orologio intelligente presentato da Tim Cook interrompe la tradizione dei prodotti della Mela con prefisso “i” che andava avanti dal 1998. Cambio di strategia o ragioni contingenti? Storia di una lettera-marchio
  • Tutti aspettavano l'orologio intelligente della Mela. E' arrivato ma, un po' a sorpresa, si chiama Apple Watch e non iWatch. Manca la “i” che caratterizza da oltre 15 anni i prodotti di punta dell'azienda - Apple: i nuovi iPhone 6 e l'Apple Watch. LE FOTO
  • Alcuni osservatori, come il blogger John Gruber, hanno subito notato il fatto, scrivendo un veloce epitaffio della “i” - Ces 2014, gadget da indossare
  • Anche un altro servizio annunciato il 9 settembre, il sistema di pagamento via mobile della Mela denominato Apple Pay, manca della lettera “i” - Ces 2014, i gadget più strani
  • La i-tradizione era cominciata nel 1998. Da poco tornato alla guida dell'azienda, Steve Jobs presentò il primo iMac dai colori pastello e dalla scocca di plastica traslucida - Apple, le app dell'anno
  • Della “i” Jobs disse che stava per tante cose, tra queste: Internet, individuo, informazione, istruzione, ispirazione - Apple, nei negozi arriva iPad Air
  • Il prefisso “i” venne applicato anche alla nuova linea di computer portatili della casa, gli iBook. Furono lanciati nel 1999 e furono sostituiti nel 2006 dai MacBook - Smartphone, tablet, videogiochi: scatti hi-tech
  • La “i” iniziò a caratterizzare il nuovo corso imposto da Jobs all'azienda. Nel 2001 venne lanciato l'iPod, il lettore mp3 che avrebbe cambiato la fruizione della musica - IFA 2014, Nokia e Samsung lanciano la sfida a Apple
  • Gli iPod furono i primi dispositivi di quella che Jobs ha definito l'era post-Pc nella quale il computer classico non è più il centro della tecnologia individuale - Android War e gli altri. A cosa servono gli smartwatch
  • Anche il software per la gestione delle canzoni e lo store musicale che avrebbero accompagnato la diffusione degli iPod non sfuggì al prefisso: ecco iTunes - Apple: i nuovi iPhone 6 e l'Apple Watch. LE FOTO
  • La conferma che la strategia di identificazione dei nuovi prodotti era quella giusta arrivò nel 2007: venne presentato un telefonino rivoluzionario. Naturalmente si chiamava iPhone - iWatch di Apple, tecnologia da indossare
  • Sette anni dopo, quando Tim Cook, succeduto a Jobs, ha presentato la versione 6 dello smartphone (insieme al 6 Plus) il nome è rimasto lo stesso - Ces 2014, gadget da indossare
  • 2010: è l'ora del tablet. Il dispositivo che di fatto creerà da zero il mercato della tavolette continua nella tradizione dei nomi Apple di ultima generazione caratterizzati dalla “i”: si chiama, come noto, iPad - Ces 2014, i gadget più strani
  • Nell'ultimo trimestre Apple ha incassato 5,89 miliardi di dollari solo dalle vendite di iPad - Apple, le app dell'anno
  • Anche altri servizi, come il programma di storage iCloud, hanno mantenuto la denominazione con prefisso “i” - Apple, nei negozi arriva iPad Air
  • Apple Watch non è però il primo prodotto che ha interrotto la tradizione. Prima c'è stata Apple TV che fu presentata inizialmente come iTV. Anche per paura di cause legali il nome venne poi cambiato - Smartphone, tablet, videogiochi: scatti hi-tech
  • Anche gli Apple Store, la catena fisica di negozi della Mela e la loro propaggine digitale hanno fatto a meno, fin da subito, della “i” - IFA 2014, Nokia e Samsung lanciano la sfida a Apple
  • Tra le ragioni dell'abbandono della tradizione dell'i-qualcosa per Apple Watch della casa c'è anche il pericolo di cause intentate dal produttore di orologi Swatch che ha registrato il marchio iSwatch - Android War e gli altri. A cosa servono gli smartwatch
  • Jobs era evidentemente affezionato al prefisso “i”. Quando tornò in azienda dopo l'esilio la sua carica ufficiale era quella di “Interim Ceo”. Per un certo periodo i media e gli analisti lo chiamarono “iCeo” - Tutte le immagini del mondo Apple