Il club delle startup da 1 miliardo di dollari. FOTO

Il Wall Street Journal ha realizzato la classifica delle compagnie hi-tech con la valutazione più alta. Sono circa 30, soprattutto americane, ma spunta anche qualche cinese ed europea. Da Dropbox a Zalando, passando per Spotify, Airbnb, Pinterest e Xiaomi
  • Chiamarle startup forse è un po’ riduttivo, visto le valutazioni stellari che hanno. Ma è questa la definizione di compagnie come Dropbox, Zalando, Uber, Airbnb, ancora finanziate dai venture capitalist - Guarda l’infografia interattiva del Wsj
  • Dropbox, il servizio di storage online fondato nel 2007 da Drew Houston e Arash Ferdowsi (nella foto). L’ultima valutazione (31/12/2013) è di 10 miliardi di dollari. Credits: Dropbox - Le tecnologie più attese del 2014
  • Vale altri 10 miliardi di dollari, ma viene dalla Cina Xiaomi, produttore di smartphone low cost fondato nel 2010 da Jun Lei (spesso definito lo Steve Jobs cinese) - Più smartphone e stampanti 3D, le previsioni per il 2014
  • Vende software per il data-mining ad agenzie come la CIA e l’FBI, ma ormai offre servizi a decine di compagnie in tutto il mondo. E’ Palantir, compagnia fondata da Alexander Karp nel 2004 a Palo Alto - Credits: Flickr/benjyfeen
  • Al quarto posto un’altra cinese. E’ Jingdong, startup di e-commerce molto simile ad Amazon. Il suo fondatore e Qiangdong Liu (nella foto) - Sempre più tablet, ma Apple perde terreno
  • Si occupa di e-commerce anche la prima startup europea che si trova in classifica. Si tratta di Zalando, fondata in Germania nel 2008, ma ormai attiva in decine di mercati (Italia inclusa). Ha una valutazione di 4,9 miliardi di dollari - Zalando nel Google Zeitgeist 2013
  • SpaceX è stata fondata da Elon Mask per la costruzione di veicoli spaziali. Ha già lanciato il suo primo satellite commerciale. E’ valutata 4,8 miliardi di dollari. Credits: Spacex.com - Nasa, scatti "spaziali": i selfie in orbita su Instagram
  • Spotify, servizio di streaming musicale nato in Svezia nel 2006, conta 24 milioni di utenti iscritti, di cui 6 milioni hanno sottoscritto un abbonamento da 9,99 dollari al mese - Spotify, ecco i brani più ascoltati del 2013
  • Pinterest, il social network visivo, ha ormai raggiunto una quotazione di 3,8 miliardi di dollari - Social media, l'anno d'oro di Pinterest e Linkedin
  • Con il suo servizio di taxi ordinabile su smartphone ha fatto discutere in tutto il mondo. Ma Uber continua a conquistare sempre più clienti. E la valutazione dei venture capitalist sale: ora è 3,8 miliardi di dollari - Parigi, il successo dei taxi a pedali
  • Fondata nel 2009 da Jack Dorsey (uno dei quattro fondatori di Twitter), Square sta innovando non poco il settore delle carte di credito e dei pagamenti mobile. E’ valutata 3,3 miliardi di dollari. Credits: Squareup.com - Twitter lancia Jelly
  • E’ la compagnia che al mondo gestisce il maggior numero di prenotazioni “alberghiere”. Ma Airbnb è ancora una startup. La sua ultima valutazione è di 2,5 miliardi di dollari. Nella foto il fondatore Brian Chesky - Airbnb Is On Track To Be The World's Largest Hotelier
  • Snapchat, servizio mobile che permette di inviare messaggi che si autodistruggono, continua a crescere. Di recente ha rifiutato anche l’acquisizione da parte di Facebook - Infografica: App-economy è boom
  • Mobileye, la terza startup europea nella classifica del Wsj, è olandese e si occupa di sistemi anti-incidenti da installare a bordo auto. Le sue tecnologie sono già utilizzate da grandi case automobilistiche come BMW e General Motors. Credits: Mobileye.co Gadget e tecnologie del 2014
  • Jawbone, startup focalizzata sui wereable per il fitness, è valutata 1,5 miliardi di dollari - Ces 2014: ecco i nuovi wearable, i gadget da indossare
  • Fab.com, nato come social network a tema gay, sta ora diventando un colosso dell’e-commerce - Credits: Flickr/The Curious Pug
  • Evernote è uno dei più popolari servizi per la produttività su dispositivi mobile. Oggi vale 1 miliardo di dollari. Nella foto il Ceo Phil Libin - Time, i migliori gadget tecnologici del 2013