Cipro, proteste contro la chiusura delle banche. Foto

A Nicosia il parlamento è al lavoro per trovare 5,8 miliardi di euro chiesti dalla Ue per concedere un finanziamento da 10 miliardi. Fuori i dipendenti degli istituti di credito manifestano. Ultimatum dalla Germania: "La pazienza si sta esaurendo"
  • Proteste a Cipro davanti al parlamento per la temuta chiusura delle due principali banche del Paese, la Laiki Bank (Banca Popolare) e la Bank of Cyprus. In piazza i dipendenti degli istituti di credito Tutte le notizie da Cipro
  • Nel parlamento si lavora per trovare i 5,8 miliardi di euro chiesti dalla Ue per concedere un finanziamento da 10 miliardi. Il prelievo forzoso sui conti correnti era stato bocciato pochi giorni fa Tutte le notizie da Cipro
  • Dalla Germania arriva un ultimatum di Angela Merkel: Cipro deve sapere che la pazienza dei suoi partner della zona euro si sta esaurendo e deve smetterla di mettere alla prova la troika Ue-Bce-Fmi Tutte le notizie da Cipro
  • La Bce ha detto che chiuderà i rubinetti della liquidità alle banche cipriote senza un accordo e una fonte autorevole della Ue ha detto a Reuters che la Ue sarebbe pronta ad accettare che Cipro venga esclusa per evitare un contagio Tutte le notizie da Cipro
  • Da Mosca intanto il ministro delle Finanze Anton Siluanov ha detto che i negoziati per un possibile pacchetto finanziario di salvataggio sono terminati senza risultati e che la Russia non ha interesse alle riserve di gas offshore di Nicosia Tutte le notizie da Cipro
  • L'Unione Europea ha dato a Cipro tempo fino a lunedì per trovare i miliardi di euro che servono a garantire al Paese il via al piano di aiuti internazionale senza il quale il collasso del sistema finanziario spingerebbe Nicosia fuori della zona euro Tutte le notizie da Cipro