"Merry Christmas", 20 anni fa il primo Sms

Il 3 dicembre 1992 uno sviluppatore inglese inviò il primo messaggio. Era un augurio natalizio. Da allora è stato un boom. Nel 2011 in Italia ne sono stati inviati circa 90 miliardi. Ma ora smartphone e app fanno intravedere l'inizio del declino
  • 3 Dicembre 1992, il programmatore inglese Neil Papworth invia il primo messaggio attraverso la rete mobile. E' un Sms di auguri per Natale. "Non avendo ancora la tastiera, l'ho scritto su un Pc" ha spiegato al Guardian - Leggi l'articolo del Guardian sui 20 anni degli Sms
  • Un messaggio inviato nel 2003 in Malesia: "Chiedo il divorzio". La pratica è molto diffusa nel paese, dopo che una corte islamica ha sentenziato che un marito può chiedere il divorzio anche via Sms - Quanta energia consuma uno smartphone? Meno di altri gadget
  • Un ragazzo cinese che "messaggia". La Cina è uno dei paesi con il più alto tasso di diffusione degli Sms. E così pure l'Italia: secondo l'ultima relazione Agcom nel 2011 ne sono stati inviati 89 miliardi - Smartphone, Agcom: "Internet batte gli sms"
  • Uno dei dieci comandamenti in versione Sms. La Bible Society australiana ha tradotto 31.173 versi della bibbia in 160 battute. Ogni anno vengono inviati più di 8mila miliardi di messaggi in tutto il mondo - "Keep calm and rottama", la cover dell'iPhone di Renzi
  • Morgan Pozgar, 13 anni, ha più volte vinto il concorso che premia i "messaggiatori" più veloci al mondo. Secondo una ricerca di Acision, i giovani tra i 18-25 anni inviano in media 133 Sms a settimana - I concorrenti dell'iPhone5
  • Agosto 2008, Barack Obama annuncia via Sms la scelta di Joe Biden come suo vice nella campagna per le presidenziali. Secondo diverse ricerche, gli Sms sono il più popolare strumento di comunicazione al mondo - State of the News 2012: il futuro incerto del giornalismo
  • Iran, 2009. Una ragazza mostra il suo cellulare con un messaggio di invito al voto per le presidenziali. I cellulari hanno permesso di documentare la cosiddetta "Rivoluzione Green", andando oltre la propaganda di stato - Iran, la protesta dei Green continua
  • Gennaio 2009. Il neo-presidente degli Stati Uniti con il suo Blackberry, da cui non vuole separarsi anche una volta messo piede Casa Bianca. Arriverà l'Ok dell'intelligence, ma solo per le email - Obama, sì al blackberry ma solo per le mail
  • Un giornalista della BBC invia le notizie sotto la pioggia. Nei paesi più connessi si inizia a intravedere il declino degli Sms: -14% a Hong Kong, -18% in Australia, -15% in Finlandia - State of the News 2012: il futuro incerto del giornalismo
  • Mani che inviano messaggi in un centro commerciale delle Filippine. Si stima che gli Sms genereranno un volume di affari di 136 miliardi di dollari nel 2015 (nel 2010, era poco più di 100 miliardi di dollari) - F-commerce, la nuova frontiera dello shopping online
  • La campagna lanciata negli Stati Uniti per vietare l'invio di messaggi al volante. Secondo una ricerca condotta negli Usa, un terzo (37%) delle persone inviano o ricevono messaggi mentre sono alla guida - L'intervista della BBC con uno dei pionieri degli Sms
  • Maggio 2010, il primo ministro inglese David Cameron invia un messaggio. Secondo alcuni studi comportamentali, i maschi comunicano via Sms più delle donne (che invece preferiscono di più le telefonate) - Samsung batte Apple, ora è lui il numero 1 degli smartphone
  • Il Segretario di Stato Hillary Clinton mostra un cellulare per promuovere l'invio di aiuti attraverso Sms. Secondo uno studio recente, nel 2015 verranno inviati 8,7mila miliardi di Sms - Smartphone, il decalogo delle cose da NON fare mai
  • I ministri dello Sviluppo e del Lavoro della Germania mandano un Sms prima di un incontro del governo. Negli ultimi anni, comunque, social network e app (come Whatapp) hanno iniziato a erodere il monopolio dei giganti delle tlc sugli Sms - Blackberry, il black-out costa a Rim 100 milioni di dollari
  • Settembre 2012, arrivano i primi iPhone 5 nei negozi. Come altri smartphone, anche il melafonino ha creato un servizio di messagistica interno (iMessage) che permette di inviare brevi testi gratuitamente - Rivoluzione smartphone, addio agli sms