Greenpeace, il lato oscuro del "Cloud computing"

Uno studio della Ong rivela come i data center delle grandi compagnie It vengono alimentati con energie non rinnovabili. La maglia verde va a Yahoo. Bene Google e Facebook. Pessimi i risultati per Amazon e per Apple, che contestano il report. LE FOTO
  • Yahoo, secondo lo studio di Greenpeace, è la compagnia più verde del mondo. Il 56,4 per cento dell’energia che usa per i suo data center dedicati al Cloud viene da energie rinnovabili - Twitter, gli account green da seguire
  • In seconda posizione si piazza Dell. La compagnia di Round Rock, in Texas, usa le energie rinnovabili per il 56,3 per cento - Twitter, gli account green da seguire
  • Terza posizione per Google, con il 39,4 per cento. Il colosso di Mountain View sfrutta l’energia eolica prodotta in Iowa e Oklahoma - Twitter, gli account green da seguire
  • Fuori dal podio Facebook, che usa solo il 36,4 per cento di energie rinnovabili. La compagnia di Zuckerberg sta costruendo il suo data center principale in Svezia: userà solo energia idroelettrica - Twitter, gli account green da seguire
  • Twitter si piazza al sesto posto della classifica di Greenpeace. L’uccellino consuma solo il 21,3 per cento di energia verde - Twitter, gli account green da seguire
  • Male la Apple, che si colloca solo all’ottavo posto, con il 15,3 per cento di energia rinnovabile usata. Da Cupertino hanno respinto le critiche di Greenpeace dicendo di non credere al metodo usato per la ricerca - Twitter, gli account green da seguire
  • Un gradino dietro Apple c’è la Microsoft. L’azienda di Redmond usa solo il 13,9 per cento di energia pulita - Twitter, gli account green da seguire
  • Bocciata Amazon. La compagnia guidata da Jeff Bezos usa solo il 13,5 per cento di energia per i suoi data center dedicati al Cloud - Twitter, gli account green da seguire