"La Sapienza" occupata contro la manovra e il ddl Gelmini

Hanno protestato, il 1° luglio, contro le nuove misure economiche i presidenti delle Regioni e i magistrati. Ma a mobilitarsi anche alcuni studenti dell'ateneo romano, che hanno simbolicamente occupato il rettorato per protestare contro i tagli alle università. GUARDA LA FOTOGALLERY
  • Nella mattinata del 1° luglio alcuni studenti hanno occupato simbolicamente il rettorato de "La Sapienza"
  • La mobilitazione è stata organizzata per protestare contro i tagli alle università, previsti dalla manovra
  • Oltre alla manovra, il sit-in è stato organizzato anche per protestare contro il ddl Gelmini