Bloomberg: Fca valuta lo scorporo di Maserati e Alfa Romeo

Per gli analisti le auto di lusso del gruppo Fca potrebbero valere fino a 7 miliardi di euro (Getty Images)
2' di lettura

Oltre a questa possibilità, secondo l'agenzia, il gruppo starebbe valutando lo spin off della divisione componenti per auto

Fca starebbe considerando l'opzione dello scorporo per Maserati e Alfa Romeo. A scriverlo è stata l'agenzia Bloomberg, che ha citato fonti interne al gruppo italo-americano.

Diverse opzioni sul piatto

"Fiat Chrysler Automobiles – scrive l'agenzia internazionale che, come detto, fa riferimento a persone vicine al gruppo che hanno però chiesto espressamente di non essere citate – sta valutando diverse opzioni, tra cui la separazione (o spin off) dei brand Maserati e Alfa Romeo, così come quello della divisione componenti". Questo, sempre stando a Bloomberg, "focalizzerebbe l'attività di Fca sulle automobili per il mercato di massa, rendendo più attraente la compagnia per una possibile combinazione con un concorrente".

Operazione simile a quella con Ferrari

Fca non ha rilasciato commenti, ma l'operazione è simile a quella eseguita da Sergio Marchionne nel 2014 con Ferrari (anche quella preceduta da diverse fughe di notizie e smentite). Le auto di lusso del gruppo Fca – dicono gli analisti – potrebbero valere fino a sette miliardi di euro, mentre il resto del business preso in considerazione (che comprende Magneti Marelli, Comau e Teksid) intorno ai cinque.

Possibile interesse cinese

La decisione da parte di Fca sarebbe prevista non prima dell'inizio del 2018 e al momento restano incerti anche gli eventuali tempi di attuazione. Nel frattempo continuano a tenere banco le voci, alimentate da un articolo del “New York Times”, che parlano di interessi cinesi per Jeep e in generale per il Lingotto.

Leggi tutto
Prossimo articolo