Ponte 2 giugno: 8 milioni di italiani in viaggio, +9% rispetto al 2016

Gli italiani in vacanza sceglieranno soprattutto di visitare località nazionali (Archivio Getty)
2' di lettura

Le stime di Federalberghi fanno segnare un netto incremento delle trasferte: il 93% di coloro che si sposteranno per le vacanze resterà in Italia

Un ottimo avvio, in vista delle ferie estive. Federalberghi ha redatto un'indagine che prevede gli spostamenti vacanzieri degli italiani in vista del ponte del 2 giugno.

L'indagine di Federalberghi

Saranno 7,7 milioni gli italiani che partiranno per un viaggio durante il prossimo lungo week-end festivo e il 93% di loro ha deciso di rimanere nel Belpaese (+10,5% rispetto al 2016), mentre quasi il 6% andrà all'estero (con un calo del 15,5% rispetto al 2016), optando per le grandi capitali europee (oltre il 76%). In generale ci sarà un giro d'affari turistico di circa 2,1 miliardi di Euro (+0,2% rispetto al 2016). Dati molto positivi come ha commentato Bernabò Bocca, Presidente di Federalberghi: "Importante dare rilevanza a questo risultato perché esso rappresenta la buona premessa rispetto all'apertura della prossima stagione: il 2 giugno in qualche modo dà il via con un trend positivo alle previsioni dell’estate 2017".

Le preferenze degli italiani in vacanza

L'indagine di Federalberghi ha individuato nel dettaglio le scelte vacanziere dei nostri connazionali per il prossimo ponte. In particolare, quest'anno le località marine saranno la meta preferita del turismo degli italiani (scelte nel 53,9% dei casi). Il 18% preferirà le città d'arte maggiori e minori e il 10,7% andrà in località di montagna. Il 4,2% opterà invece per i laghi e il 2,2% sceglierà una località termale e del benessere.

Dove e a che prezzo

Nel 2017 i circa 8 milioni di italiani che partiranno per il "ponte del 2 giugno" dormiranno almeno una notte fuori casa (+8,8% rispetto all'anno scorso). E sceglieranno soprattutto case di parenti o amici (35,7%), quindi alberghi e hotel (25,1%), case di proprietà (12,9%), bed & breakfast (11,35%) e infine appartamenti in affitto (3,9%). Il tutto per una spesa media pro-capite intorno ai 267 euro, comprensiva di viaggio, alloggio, ristorazione e divertimenti: la media sale a 653 euro per coloro che invece andranno all'estero.

Leggi tutto