Istat rivede al rialzo stime Pil del 2017, ma resta gap con l'Eurozona

2' di lettura

L'Istituto di statistica prevede un aumento del Prodotto interno lordo dell'1% in termini reali. Per l'occupazione si stima una crescita dello 0,7%

"Nel 2017 si prevede un aumento del Prodotto interno lordo pari all'1,0% in termini reali". E' la stima dell'Istat che, ha così rivisto al rialzo di 0,1 punti percentuali rispetto a novembre le indicazioni sul Pil per quest'anno. Nel primo trimestre del 2017 il Pil ha registrato "un ulteriore miglioramento", "consolidando in tal modo la fase di recupero" spiega l’istituto di statistica secondo cui, però, resta il gap con il resto dell'eurozona tanto che "prendendo come riferimento il primo trimestre del 2015, il livello del Pil italiano è cresciuto dell'1,9% nei primi tre mesi del 2017. Nello stesso periodo il Pil dell'area euro è aumentato del 3,5%".

Per quanto riguarda il lavoro, nel 2017 l'occupazione, espressa in termini di unità di lavoro, è prevista crescere (+0,7%) ma in decelerazione rispetto agli anni precedenti, mentre il tasso di disoccupazione è atteso in moderata diminuzione (11,5%), mantenendosi distante da quello della media dell'area euro.

Nell'anno in corso, le retribuzioni per dipendente continueranno a mostrare una dinamica moderata ma superiore a quella dello scorso anno (+0,9%). La dinamica della produttività tornerebbe positiva. La riduzione della disoccupazione osservata negli ultimi anni proseguirebbe anche nel 2017, con un tasso previsto pari all'11,5%.

 


 

Leggi tutto

Tag