Manovra, multe fino a 200 euro per chi non paga il biglietto sui mezzi

3' di lettura

Rimborso ai passeggeri se il servizio di trasporto viene cancellato o ha un ritardo di almeno un'ora. In bilico le detrazioni per gli abbonamenti agli autobus. Per i Comuni arrivano assunzioni con sponsor, mentre raddoppiano tasse su slot e videolottery

“Misure urgenti per la lotta all’evasione tariffaria”, con multe fino a 200 euro per chi viene sorpreso senza biglietto sui mezzi di trasporto pubblici. È questo uno degli obiettivi che si leggono nella bozza della manovra-bis. “I gestori dei servizi di trasporto pubblico”, si legge nel testo, “possono affidare la prevenzione, l'accertamento e la contestazione delle violazioni anche a soggetti non appartenenti agli organici del gestore, qualificabili come agenti accertatori". Le telecamere interne ai mezzi di trasporto, o sulle banchine, inoltre, potranno fornire prove dell'evasione.        

Previsiti rimborsi in caso di cancellazioni e ritardi

La manovra-bis riprende uno dei decreti attuativi della riforma Madia, rimasti in sospeso dopo la bocciatura della Corte Costituzionale. "Gli utenti dei servizi di trasporto pubblico regionale e locale, in qualsiasi modalità esercitati, sono tenuti a munirsi di valido titolo di viaggio, a convalidarlo all'inizio del viaggio e ad ogni singola uscita, se prevista”, si legge nel testo. La violazione degli obblighi "comporta l'applicazione di una sanzione pecuniaria da definirsi con legge regionale. In assenza di legge regionale, la sanzione è pari a sessanta volte il valore del biglietto ordinario e comunque non superiore a 200 euro".
Però, se un servizio di trasporto sarà cancellato oppure avrà un ritardo superiore ai 60 minuti, i passeggeri “hanno comunque diritto al rimborso del prezzo del biglietto da parte del vettore”.

Incertezza su detrazioni per abbonamenti autobus

Risulta ancora in bilico, invece, la possibilità di detrazioni al 19% per gli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale fino a un massimo di 250 euro. I problemi legati alla nuova misura riguarderebbero la copertura. Un analogo intervento era stato sponsorizzato dal ministero dei Trasporti nella legge di bilancio 2017. L'ipotesi, però, non era stata messa in campo proprio per via della carenza di risorse. 

I Comuni potranno assumere con sponsor

Novità anche per i Comuni che avranno la possibilità di fare assunzioni, a tempo determinato di tipo stagionale, se a pagare il costo sarà "interamente" uno sponsor o un accordo di collaborazione con un soggetto privato. La norma, in deroga al blocco delle assunzioni, prevede che le assunzioni siano finalizzate solo a servizi aggiuntivi rispetto a quelli ordinari. Le procedure per assumere dovranno essere ''di naturale concorsuale ad evidenza pubblica''

 Prorogata la norma "scuole belle"          

Vengono prorogati, fino al 31 agosto, i contratti per i servizi di pulizia e per gli interventi di mantenimento del decoro e della funzionalità degli edifici scolastici. La norma ''scuole belle'' è prevista dalla bozza della manovra. Il dispositivo punta a garantire ''la regolare conclusione delle attività didattiche dell'anno scolastico in ambienti in cui siano garantite idonee condizioni igienico-sanitarie”. 

Raddoppia la "tassa fortuna"

Raddoppia, dal 6 al 12%, il prelievo che lo Stato opererà sulle vincite superiori ai 500 euro.  E aumenta anche il prelievo (Preu) sulle slot e le videolottery. Per quanto riguarda le prime si passa al 18,5%, mentre per le seconda, si fissa il 6%. 

Leggi tutto