Istat: disoccupazione giovanile in calo al 35,2%

1' di lettura

Flessione anche per il dato generale che a febbraio si attesta all'11,5% (-0,3% su gennaio)

Cala il tasso di disoccupazione tra i giovani tra i 15 e i 24 anni che a febbraio, secondo l’Istat, è sceso al 35,2% con una diminuzione di 1,7 punti rispetto a gennaio e un calo di 3,6 punti rispetto a febbraio 2016. Dal tasso sono esclusi per definizione i giovani inattivi, cioè coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perché impegnati negli studi.
Se si guarda al tasso di occupazione nella fascia dei più giovani sono occupati il 16,4% del totale, stabili su gennaio e in aumento di 0,3 punti su febbraio 2016.

 

 

Disoccupazione all'11,5% - A livello generale, il tasso di disoccupazione cala all'11,5%, minimo da agosto 2016, dall'11,8% (rivisto da 11,9) di gennaio. A febbraio il tasso di occupazione risulta stabile al 57,5% visto a gennaio, confermando il trend positivo degli ultimi mesi con il dato al massimo da maggio 2009.  Gli occupati, 22,862 milioni, sono stabili rispetto a gennaio e salgono dell'1,3% su base annua.

 

Inattivi al 34,8% - Per quanto riguarda gli inattivi, cioè coloro che non lavorano e non sono in cerca di lavoro, nel mese di febbraio il numero di inattivi, pari a 13,485 milioni, sale su base congiunturale (0,4%) e cala su base tendenziale (-2,7%). Il tasso di inattività è al 34,8%.

Leggi tutto