Lavoro, Istat: cresce il numero degli occupati

1' di lettura

Nel quarto trimestre sale il numero di chi ha un lavoro sia tra gli over 50 che tra i giovani tra i 15 e i 34 anni. Con l’aumento di 293mila unità si è tornati sopra il livello del 2009

Nel 2016 ci sono stati 293.000 occupati in più rispetto al 2015 (+1.3%), con la riduzione del tasso di disoccupazione dall'11,9% all'11,7%, il livello più basso degli ultimi quattro anni. Lo rileva l’Istat, che fa sapere anche che, sull’anno, i disoccupati raggiungono quota 3.077.000, mentre gli occupati sono 22.827.000.

 

Over 50 e giovani - I disoccupati sono 21.000 in meno (-0,7%) e l'aumento degli occupati, dice l'Istat, coinvolge oltre agli over 50 anche i giovani tra i 15 e i 34 anni. Il tasso di occupazione sale di 0,9 punti al 57,2%.

 

Calano anche gli inattivi - Nel quarto trimestre dello scorso anno è aumentata l'occupazione sia rispetto al trimestre precedente (+32.000) sia rispetto allo stesso periodo del 2015 (+252.000). Rispetto al 2015, gli inattivi tra i 15 e i 64 anni sono 455.000 in meno.

 

Media di occupati più alta dal 2013 - Nel 2016 la media degli occupati è stata di 22.758.000, al livello più alto dall'inizio della crisi economica. L'Istat spiega che nel 2008 erano 23.090.000, mentre nel 2009 sono scesi a 2.699.000. Con l'aumento registrato nel 2016 di 293.000 unità, si è tornati sopra i livelli 2009. Il tasso di disoccupazione all'11,7%, il più basso degli ultimi quattro anni, nel 2012 era al 10,7% mentre nel 2013 era balzato al 12,1%.

Leggi tutto