Caro-bolletta in vista? Le 10 regole per risparmiare sull'elettricità

Da sinistra, una lampada a Led, una a incandescenza e una lampada fluorescente compatta (Cfl) a basso consumo energetico (Getty Images)
1' di lettura

Dalle lampadine giuste al controllo delle temperature delle singole stanze, fino alla scelta degli elettrodomestici: ecco come mantenere i costi bassi senza rinunciare all'efficienza

Tempo di risparmiare sulla bolletta dell'energia elettrica. Come annunciato nei giorni scorsi dall'Autorità per l'energia, il nuovo anno si presenta - già da gennaio - con un incremento dello 0,9% e del 4,7% sulle bollette, rispettivamente, di luce e gas (rispetto al 2016). Tuttavia, la sfida al risparmio energetico delle famiglie italiane passa per alcune buone pratiche che, secondo l'Enea, potranno permettere di ridurre i costi delle utenze fino al 10% in un anno e risparmiare fino al 40% con l'acquisto di nuovi elettrodomestici a basso consumo. Eccone alcune.

 

Occhio ai gradi e alle luci accese

Primo, controllare sempre la temperatura dell'ambiente in base all'utilizzo degli spazi e al numero di persone presenti. Prima di riscaldare o raffreddare la casa è buona norma verificare che le finestre e le porte siano chiuse per evitare di disperdere calore e quindi energia. Così facendo, secondo gli esperti, le famiglie potranno risparmiare 51 euro e i single 71 euro in bolletta. C'è un'altra misura fondamentale per risparmiare: il cronotermostato. Ossia un dispositivo che permette di programmare il funzionamento dell'impianto di riscaldamento e usare solamente l'energia di cui si ha realmente bisogno. Per chi vive in un condominio con impianto di riscaldamento centralizzato sarà obbligatorio, dal prossimo 30 giugno, montare delle valvole termostatiche necessarie a regolare il flusso d'acqua del termosifone ed evitare inutili sprechi energetici. Gli impianti di raffreddamento ne sono già provvisti, basta semplicemente azionarli alla voce “timer”. Imparare a utilizzarli equivale a ottenere un risparmio di 48 euro all'anno per un single e 157 euro all'anno per una famiglia.

 

Spegnere la luce

Quando si esce da una stanza la prima regola è quella spegnere l'interruttore della luce. Sembra una banalità, ma in Italia ogni anno la spesa per la luce non necessaria ammonta a 750 milioni di euro. Per tutti quelli che proprio non riescono a ricordarsi di lasciarsi il buio alle spalle, il consiglio è quello di acquistare dei rilevatori di presenza, dispositivi che controllano automaticamente l'accensione e lo spegnimento della luce in base alla presenza di persone all'interno di una stanza. Installarli in casa può far risparmiare fino al 30% sui consumi energetici di un anno. Per chi è ancora in possesso di vecchie lampadine a incandescenza - ormai fuori commercio dal 2012 - il consiglio è quello di sostituirle con le Cfl (Compact fluorescent lamp, evoluzione del vecchio neon) o, meglio ancora, le lampadine a Led, che consumano dal 50% all'80% di energia in meno rispetto a quelle tradizionali. Con, in più, una durata media di ben 50mila ore: quasi 50 volte in più rispetto alle vecchie lampadine a incandescenza.

 

Lavatrice e lavastoviglie, occhio al pieno carico

Lavatrice e lavastoviglie vanno azionate solo a pieno carico: il guadagno in un anno per un single che decide di osservare la regola sarà quello di una bolletta meno cara di 12 euro in meno. E poi c'è l'asciugatura: sia per le stoviglie che per il bucato la buona norma prevede di usare l'aria invece che i cicli di asciugatura elettronica che in media durano 15 minuti e fanno consumare il 45% di energia in più.

 

Dalle etichette alle ciabatte

Pronti all'acquisto di un nuovo elettrodomestico? Occhio all'etichetta. I prodotti più efficienti di classe A+++ permettono risparmi fino al 40% sui consumi rispetto alla classe A della normativa in vigore. Attenzione, poi, alla gestione degli elettrodomestici. La spia di stand-by non è infatti sinonimo di zero consumi. Per ottenere questo obiettivo, la strada giusta è quella di collegare tutti gli apparecchi elettronici, come televisori e lettori Dvd, a delle ciabatte elettriche multipresa e spegnerle quando i vari dispositivi a essa collegati non sono in uso. Grazie a questo trucco una famiglia numerosa può risparmiare circa 66 euro all'anno.

 

 

Leggi tutto