Alibaba a un miliardo all'ora: record di vendita nel giorno dei single

Jack Ma, fondatore di Alibaba (Getty Images)
1' di lettura

La piattaforma di e-commerce ha superato gli incassi dello scorso anno. Nelle prime 12 ore di sconti ha fatturato 11,9 miliardi di dollari. Un modo per rafforzarsi in Cina e farsi conoscere in Occidente 

Alibaba supera se stessa e registra un nuovo record nella festa dei single. Una ricorrenza, inventata da Jack Ma, fondatore della piattaforma di e-commerce, che si è trasformata in una gigantesca corsa all'acquisto online. In poco più di mezza giornata, Alibaba ha già raggiunto e superato la cifra incassata l'11 novembre di un anno fa: 91,2 miliardi di yuan (14,3 miliardi di dollari). Un salto notevole se si guarda al 2014, quando le vendite si erano fermate poco sotto i 9 miliardi.

 

Il successo (in Cina e non solo) - Al giro di boa (a mezzogiorno, quando in Italia erano le cinque del mattino), gli acquisti online avevano toccato gli 11,9 miliardi di dollari (80,7 miliardi di yuan). Ritmo medio di uno all'ora, anche se il primo miliardo è arrivato ad appena 5 minuti dalla mezzanotte. Cifre che fanno impallidire il giro d'affari di Black Friday e Cyber Monday messi insieme, cioè le grandi giornate di sconto offline e online degli Stati Uniti.

 

Alibaba corre nonostante le incertezze dell'economia cinese. Che però non sembrano intaccare l'e-commerce. Se su scala mondiale il settore dovrebbe registrare nel 2016 una crescita del giro d'affari vicina al 24%, in Cina il progresso sarà del 36%. La classe media chiede maggiore qualità, marchi originali, moda e agroalimentare occidentali. E apprezza i nuovi canali di distribuzione.

 

Sguardo a Occidente - Il mercato cinese resta quello di riferimento per Ma. E la giornata dei single contribuisce al rafforzamento in patria. È anche, però, un modo per dare visibilità alla piattaforma oltreconfine. Lo scorso anno, un terzo degli acquisti conclusi l'11 novembre è stato fatto dall'estero. Un interesse che ha spinto il fondatore del gruppo a ipotizzare la stessa iniziativa anche in Gran Bretagna e Stati Uniti. Sarebbe un passaggio importante per diventare un gruppo mondiale, traguardo già indicato da tempo, e concorrere su scala globale con Amazon. La competizione con Jeff Bezos, per ora, è stata relativa. Con i due giganti a spartirsi le proprie aree di influenza. Il traguardo fissato da Jack Ma è ottenere la metà del fatturato da clienti non cinesi entro il 2025.

 

Non a caso, la giornata degli sconti è stata battezzata, a Shenzhen, nel sud-est della Cina, con una sfilata di star occidentali: erano presenti anche Scarlett Johansson, Kobe Bryant e David Beckham. Una serata di gala che, assieme ai numeri delle vendite, serve per fare cassa ma anche per mostrare i muscoli ai futuri concorrenti.  

Leggi tutto