Pokemon Go: ecco Plus, il braccialetto per giocare senza smartphone

Credits: Nintendo
1' di lettura

Il 16 settembre arriva il nuovo dispositivo che permette di catturare i mostriciattoli senza dover usare il telefonino. Venduto a 39,99 euro in Italia, arriva proprio nel momento in cui sembrano calare gli utenti (ma non i profitti) dell'app dei record. Guarda i GRAFICI

Lo sbarco era previsto per luglio, in piena Pokemon-mania. Poi Nintendo ha dovuto ritardare il lancio, mettendo di malumore non solo gli appassionati dell'app, ma anche gli analisti di mercato. Ora la nuova data è stata fissata per venerdì 16 settembre, quando finalmente inzieranno le consegne di Pokemon Go Plus. Il braccialetto sarà venduto a 39,99 euro in Italia e permetterà di giocare in movimento senza guardare continuamente lo schermo dello smartphone.

Come funziona
- Plus è una periferica che si connette via Bluetooth al telefono e si indossa come un normale braccialetto. Quando ci avviciniamo a un PokeStop (le località che contengono oggetti speciali) il dispositivo comincia a vibrare. Se invece emette un segnale luminoso, vuol dire che nelle vicinanze c'è un Pokemon da catturare. Plus permette anche di catturare i mostriciattoli premendo il pulsante grigio: una vibrazione ci avvertirà dell'avvenuta cattura. Il tutto senza mai usare lo schermo dello smartphone: in questo modo potremo non solo salvare più batteria (che è messa a dura prova dall'app), ma anche accumulare punti quando non possiamo prendere in mano il telefonino.

Pokemon Go tra smartphone e wearable - C'è molta attesa per le performance di vendita di Pokemon Go Plus, perché si tratta di un ulteriore modo per monetizzare il successo globale dell'app (che resta gratuita per iOS e Android). Fino ad ora Pokemon Go ha battuto diversi record in ambito smartphone: è stata l'app più scaricata di sempre nella prima settimana dal lancio, quella che ha raggiunto più velocemente i 50 milioni di download da Google Play. Secondo i dati forniti da Niantec, è stata scaricata in tutto il mondo 500 milioni di volte e gli "allenatori" hanno camminato più di 4,6 miliardi di chilometri per catturare i Pokemon. Questo boom si è tradotto anche in una fonte di introiti da record: più di 500 milioni di dollari in tutto il mondo, secondo un recente report di App Annie. Per fare un paragone: Pokemon Go è riuscito a raggiungere questa quota in 60 giorni, mentre Candy Crush Saga ci ha messo più di 200 giorni.


Declino di utenti? - Nonostante questo successo, ad Agosto l'app ha iniziato a dare i primi segni di declino nel numero di utenti attivi ogni giorno. E' per questo motivo che ora gli analisti di mercato hanno accolto positivamente le novità in ambito wearable: non solo Plus, ma anche l'app in esclusiva per il nuovo dispositivo Apple Watch 2, a cui poi potrebbe seguire quella per Android Wear. Il mercato dei wearable - Pokemon Go Plus arriva proprio nel momento in cui si registra una forte crescita dei dispositivi wearable basici che svolgono un'unica funzione (+48% secondo gli ultimi dati IDC), mentre danno segni di difficoltà gli smartwatch che offrono diverse app e funzionalità (-27%). Secondo gli analisti il boom riguarda soprattutto i fitness tracker, i braccialetti che tracciano le calorie bruciate durate le attività sportive, ma si sta espandendo anche ad altri ambiti, come ad esempio i pagamenti mobili. Al momento la più alta quota di mercato è di Fitbit, produttrice di popolari fitness tracker, seguita dal cinese Xiaomi. Apple è solo in terza posizione e ancora molto lontano dalla vetta.

 

Leggi tutto