Istat: crescita zero nel 2° trimestre. Renzi: "2016 meglio del 2015"

1' di lettura

Nessuna revisione al rialzo dei dati preliminari. Crescono agricoltura e servizi, male l’industria. Il ministro Padoan: "Il Pil è in crescita, questo è il mio commento"

Crescita zero nel secondo trimestre e stima rivista lievemente al rialzo dallo 0,7 allo 0,8% su base annua: queste le nuove rilevazioni dell'Istat che certificano anche come la crescita acquisita per quest'anno passi dallo 0,6 allo 0,7%. “Il Pil è in crescita. Questo è il mio commento", ha affermato il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, prima del suo intervento al forum Ambrosetti.
Per Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, "Renzi e Padoan mentono sapendo di mentire". 

Renzi: 2016 meglio del 2015 - "L'Italia prosegue una lunga marcia, il 2016 si chiuderà meglio del 2015 che si è chiuso meglio del 2014, del 2013 e del 2012, questo è un risultato inoppugnabile", Ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi commentando i dati del trimestre da Cernobbio e sottolineando come "siamo andati meglio ma non ho bisogno di un sondaggio per dire che questo meglio non basta". "Non siamo nel gruppo di testa", ha detto Renzi sottolineando che "abbiamo recuperato il gruppo ma c'è ancora molto da fare".  

Crescono agricoltura e servizi, male industria - Secondo l'Istat, nel II trimestre si sono rilevati incrementi congiunturali per agricoltura (0,5%), servizi (0,2%) mentre per l'industria si è avuto un calo dello 0,6%. Sempre nello stesso periodo, inoltre, la spesa delle famiglie è cresciuta dello 0,1% rispetto al I trimestre e dell'1,2% rispetto al II trimestre del 2015. 
 


Padoan: spazi per crescita in legge stabilità - Intervenendo al Workshop Ambrosetti di Cernobbio, il ministro Padoan ha assicurato che a legge di stabilità avrà "spazi e risorse disponibili per la crescita". Il rapporto deficit/Pil nella legge di bilancio che sarà presentata a ottobre "continuerà a scendere". "Perseguiremo gli obiettivi di consolidamento di finanza pubblica e di sostegno della crescita in un contesto macro in cui le risorse sono minori e lo spazio fiscale si è ridotto - ha spiegato - ma anche in questo contesto ci saranno risorse disponibili".

Leggi tutto