Pokemon Go non basta, Nintendo in rosso

Credit: GettyImages
1' di lettura

La trimestrale della società che produce la popolarissima app di realtà aumentata ha fatto registrare perdite per 232 milioni di dollari nel trimestre aprile-giugno. Lo yen forte e il calo di vendite delle console della casa dietro il risultato inferiore alle aspettative degli analisti

Milioni di persone impazziscono alla ricerca di Pokemon tramite i loro smartphone ma l'azienda che produce l'applicazione ha visto giorni migliori, almeno dal punto di vista dei conti. Il trimestre aprile-giugno di Nintendo, i cui risultati sono stati comunicati mercoledì 27 luglio, si è infatti chiuso con un rosso di 24,5 miliardi di Yen, pari a 232 milioni di dollari, ben al di sotto delle aspettative degli analisti.

 

Ritardi - A causare il risultato negativo sono stati, secondo il colosso giapponese, il rialzo dello Yen che ha avuto un effetto sulle vendite fuori dal Giappone e, più in generale, il calo degli acquisti delle console del gruppo. Quanto a Pokemon Go, l'applicazione lanciata a luglio che sta spopolando in tutto il mondo, bisognerà aspettare un po' perché faccia sentire il suo influsso dal punto di vista economico. Nonostante il successo del prodotto, Nintendo non ha rivisto al rialzo le stime per l'anno fiscale, rimaste ferme ad un profitto previsto di 35 miliardi Yen. Nel frattempo, una cattiva notizia è arrivata anche per i fan dell'app. L'azienda ha infatti annunciato un ritardo nel lancio di Pokémon Go Plus, un accessorio dedicato: invece che a fine luglio – ha fatto sapere il gigante nipponico - arriverà a settembre.

 

 

 

Impatto - Contrattempi a parte, gli analisti si chiedono se e in che misura Nintendo riuscirà a monetizzare la popolarità dell'app. Come spiega il Financial Times, il gruppo possiede solo il 32 percento di Pokemon Company e appena il 7 percento dell'americana Niantic, le due società che hanno sviluppato l'applicazione. L'andamento del titolo in borsa nell'ultimo mese riflette queste incertezze. Dopo il boom a seguito del successo clamoroso dell'app, negli ultimi giorni l'entusiasmo dei mercati si è un po' attenuato. Gli investitori vogliono capire quale sarà l'impatto di Pokemon Go sulle finanze aziendali e, più in generale, se il colosso riuscirà davvero a reinventarsi come un'azienda focalizzata sul mobile.

 

Leggi tutto