Bce: "Dal 2018 stop alle banconote da 500 euro"

1' di lettura

L'Eurotower ha deciso che interromperà l'emissione dei tagli viola per ostacolare attività illegali come il riciclaggio e il finanziamento al terrorismo

Basta banconote da 500 euro. Lo ha deciso la Banca Centrale Europea, che ne fermerà l’emissione dalla fine del 2018. Una decisione basata sul timore che “questa banconota possa facilitare attività illegali”.

 

I numeri - Oggi circolano circa 600 milioni di banconote viola, che dovranno essere sostituite quando verranno ritirate dalla circolazione. Nessun problema per chi ne possiede: "La banconota da 500 euro manterrà sempre il suo valore e può essere cambiata presso le banche centrali dell'Eurosistema per un periodo di tempo illimitato", ha spiegato la Bce.

 

Scettica la Germania, favorevole la Francia – Se il presidente della Bce Mario Draghi aveva sostenuto che il biglietto da 500 euro potesse essere uno strumento per attività illegali come il riciclaggio e il finanziamento al terrorismo, il numero uno della Bundesbank, Jens Weidann, dubita che la criminalità possa essere danneggiata da questo provvedimento. "Il biglietto da 500 è utilizzato più per nascondere le cose che per comprarle", aveva invece dichiarato il ministro delle Finanze francese, Michel Sapin. La Francia ha spinto perché venisse approvato lo stop all’emissione dei 500 euro, perché la banconota “viene utilizzata più per facilitare transazioni disoneste che per consentire alla gente di acquistare da mangiare”, aveva aggiunto Sapin.

Leggi tutto