Apple, multa da 450 milioni di dollari per attività anticoncorrenziali

1' di lettura

La Corte Suprema Usa ha confermato una condanna del 2013 nei confronti dell'azienda di Cupertino: per costringere Amazon ad abbassare i prezzi degli e-book aveva creato un cartello con cinque grandi case editrici

Apple dovrà pagare 450 milioni di dollari di multa negli Stati Uniti per attività anticoncorrenziali. La Corte Suprema americana ha infatti respinto la richiesta di appello della società di Cupertino, confermando così una condanna emessa a New York nel 2013 e ribadita in appello nel 2015.

Le case editrici hanno patteggiato
- La società fondata da Steve Jobs è stata condannata per aver tentato nel 2010 di costringere Amazon a rialzare il prezzo dei suoi e-book, fissato a 9,99 dollari, attraverso la creazione di un cartello, un accordo con cinque grandi gruppi editoriali. Le case editrici coinvolte hanno già patteggiato per 166 milioni di dollari.

Leggi tutto