Fitch lascia invariato il rating dell'Italia

1' di lettura

L'agenzia internazionale conferma il giudizio sul nostro Paese: BBB+. Anche l'outlook resta stabile. Ma si sottolinea: "Esposizione alta a potenziali shock avversi. La riforma della spesa contenuta nella legge di stabilità varata dal governo italiano per il 2016 è meno ambiziosa dei precedenti piani"  

L'agenzia internazionale Fitch ha confermato il rating dell'Italia a BBB+. Anche l'outlook rimane stabile.

 

Fitch: "Italia resta esposta a potenziale shock" - "Il debito italiano dovrebbe rimanere sopra il 120% fino alla fine del decennio, lasciando l'Italia altamente esposta a potenziali shock avversi", è la valutazione di Fitch che sottolinea anche "le deboli performance sul fronte della crescita" da parte del nostro Paese.

 

"Riforma della spesa meno ambiziosa di piani precedenti" - La riforma della spesa contenuta nella legge di stabilità varata dal governo italiano per il 2016 "è meno ambiziosa dei precedenti piani del governo": si legge in una nota in cui si sottolinea come l'innalzamento degli obiettivi di deficit mentre possono sostenere la crescita danneggiano però "le credenziali" del governo sul fronte del taglio del deficit stesso.

Leggi tutto