Mattarella difende Bankitalia: "Azione di vigilanza preziosa"

1' di lettura

Il presidente della Repubblica interviene a pochi giorni dall'iscrizione nel registro degli indagati di Ignazio Visco. E invita le banche ad aiutare lo sviluppo e la crescita

L'azione di vigilanza sul sistema bancario attuata dalla Banca d'Italia è "preziosa e fondamentale". La difesa dell'istituto di via Nazionale, a pochi giorni dall'iscrizione nel registro degli indagati da parte della procura di Spoleto del suo governatore Ignazio Visco, arriva dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione dell'incontro con una delegazione di membri dell'Iieb (Institut international d'etudes bancaires), partecipanti al 129° meeting dell'Organizzazione e ricevuti al Quirinale.

Mattarella: "Da Bankitalia azione fondamentale" - "L'esigenza di rendere il sistema bancario in grado di resistere agli shock, di evitare gli effetti devastanti sulla collettività che si sono verificati nel corso della crisi finanziaria, si è tradotta in un complesso di riforme di ampia portata", ha detto Mattarella. Il capo dello Stato ha infine ricordato come "un sistema bancario efficiente, stabile, inclusivo - su cui, nel nostro Paese, si esercita la preziosa e fondamentale azione di vigilanza della Banca d'Italia - rappresenti una componente essenziale per lo sviluppo sostenibile dei nostri Paesi e dell'Unione europea nel suo insieme".

"Banche tornino ad aiutare lo sviluppo" - Da Mattarella è arrivato quindi l'invito alle banche a recuperare la loro ragion d'essere, aiutando lo sviluppo e sostenendo la crescita.  Questa ragion d'essere è "una funzione centrale in tutte le economie, un ruolo a cui le banche non possono sottrarsi. In particolar modo in questa fase, in cui si comincia a intravedere una ripresa economica. Un ruolo più attivo delle banche e del credito a sostegno dello sviluppo è ancora più rilevante in alcuni Paesi, come l'Italia, dove il contributo al sistema da parte del finanziamento bancario è assolutamente prevalente".

Leggi tutto