Facebook, non solo "Like": arrivano le "Reactions"

Getty Images
1' di lettura

Il social network inizia a testare in Irlanda e Spagna nuovi pulsanti che permetteranno agli utenti di esprimere le proprie emozioni rispetto ad un post. Fra queste ci saranno rabbia, stupore e dispiacere. VIDEO

Mark Zuckerberg lo aveva detto: il tasto “Like” non sarà più solo. L'idea era (è) consentire agli utenti di esprimere con un semplice clic una gamma più vasta di sentimenti oltre alla mera approvazione. Tre settimane dopo, le intenzioni di Facebook iniziano a prendere forma.

Sei nuove emoji - Accanto al consueto “Mi piace” arriverà infatti sei nuove emoji corrispondenti ad altrettante emozioni: amore, supporto, divertimento, stupore, tristezza e rabbia. Ad anticipare la notizia è il magazine online TechCrunch che, dopo avere parlato con i rappresentanti dell'azienda, ha confermato l'introduzione sperimentale delle nuove icone a partire da venerdì 9 ottobre in due Paesi: Spagna e Irlanda. La notizia è stata poi confermata su Facebook da Chris Cox, Chief officer del social.

 

Today we’re launching a pilot test of Reactions — a more expressive Like button. As you can see, it’s not a “dislike” button, though we hope it addresses the spirit of this request more broadly. We studied which comments and reactions are most commonly and universally expressed across Facebook, then worked to design an experience around them that was elegant and fun. Starting today Ireland and Spain can start loving, wow-ing, or expressing sympathy to posts on Facebook by hovering or long-pressing the Like button wherever they see it. We’ll use the feedback from this to improve the feature and hope to roll it out to everyone soon.

Posted by Chris Cox on Giovedì 8 ottobre 2015



 

Reagiamo – Secondo quanto riferisce la testata americana, le emoji - che Facebook ha chiamato “Reactions” (reazioni, in italiano) - saranno disponibili sia nella versione dekstop che in quella mobile del social network e riguarderanno tutti i post che scorrono nel flusso di notizie dell'utente, siano essi degli “amici” o pubblicitari. Le nuove icone compariranno quando l'utente scorra con il mouse sopra al tasto “Like” o, su smartphone e tablet, quando prema con il dito il pulsante “Mi piace”. A quel punto si potrà scegliere l'emozione più adatta rispetto ad un determinato contenuto. La novità apre ulteriori prospettive anche per gli inserzionisti che, esattamente come sono già oggi in grado di sapere quanti “Mi piace” ha raccolto un post, potranno avere un conteggio più dettagliato delle diverse emozioni suscitate da un contenuto. 

Sempre più mobile - La notizia che Facebook era pronto ad affiancare nuovi pulsanti al tradizionale “Like” era arrivata a metà settembre per bocca dello stesso Mark Zuckerberg. Allora il fondatore del sito aveva spiegato che l'intenzione del social network non era di aggiungere l'opzione “Non mi piace”, come molti supponevano, semmai qualcosa di più simile a un “Mi dispiace”. Più in generale, il numero uno dell'azienda aveva lasciato intendere il desiderio di permettere agli utenti di esprimere in modo semplice “empatia”. Le nuove “Reactions” sembrano in linea con queste affermazioni e, come nota TechCrunch, vanno incontro alle esigenze di molti utilizzatori che trovavano il “Like” un po' limitante. Inoltre, osserva sempre il magazine, la novità è si adatta alla comunicazione progressivamente più rapida imposta dalle piattaforme mobili, attraverso le quali sempre più utenti accedono a Facebook. Scrivere dei commenti per spiegare le proprie sensazioni rispetto ad un post con uno smartphone è più complicato. Meglio farlo con un pulsante, anzi con sette. 

 

Leggi tutto