Scandalo Volkswagen, l'ex ad Winterkorn indagato in Germania

1' di lettura

I giudici della Bassa Sassonia hanno aperto un fascicolo sull'ex Ceo dell'azienda di Wolfsburg. Intanto la Audi, marchio del gruppo VW, annuncia che sono 2,1 milioni le sue vetture truccate nel mondo. 1,2 milioni invece le Skoda. Secondo una ricerca di Transport & Enviroment lo scandalo potrebbe allargarsi ad altri marchi

La procura di Braunschweig, in Bassa Sassonia, ha aperto un'indagine sull'ex amministratore delegato di Volkswagen Martin Winterkorn. Il reato ipotizzato è truffa, per lo scandalo delle emissioni diesel truccate. Winterkorn si è dimesso lo scorso mercoledì dalla guida della VW proprio in seguito alle notizie emerse negli ultimi giorni.

Audi: "2.1 milioni le nostre vetture coinvolte" - Intanto Audi, la casa automobilistica controllata da Volkswagen, annuncia che nel mondo sono 2,1 milioni le sue auto diesel truccate e cioè dotate del dispositivo che manipola i dati sulle emissioni in laboratorio. Il numero fa parte delle 11 milioni di vetture "truccate" ammesse dalla stessa Volkswagen.  Circa 1,42 milioni di veicoli Audi con il cosiddetto motore Euro 5 circolano in Europa occidentale, 577.000 solo in Germania, mentre negli Stati Uniti sarebbero 13mila. A riferirlo un portavoce di Audi, che ha specificato come tra i modelli coinvolti ci sono A1, A3, A4, A5, A6, TT, Q3 e Q5. Nel frattempo il sito Reuters riporta che Volkswagen avrebbe sospeso i responsabili della ricerca e sviluppo (R&D) di Audi, Porsche e della casa madre. Anche la Skoda, altro marchio controllato da VW, ha annunciato che sono 1,2 milioni le sue vetture truccate in circolazione.

Dati di emissioni sbagliati anche in altre marche - Ma lo scandalo delle emissioni potrebbe non essere limitato solo alle vetture del gruppo Volkswagen. Secondo un rapporto della Transport & Enviroment, società di ricerca collegata alla commissione europea, le nuove auto europee emettono il 40% di gas tossici in più rispetto alle prove in laboratorio. In particolare il gap tra risultati di laboratorio e dati reali sono cresciuti per quanto riguarda le emissioni di anidride carbonica e di biossido di azoto. T&E inoltre invita le autorità europee ad intensificare le loro indagini per scoprire quali sono le case automobilistiche maggiormente responsabili dell'inquinamento. Il rapporto di T&E punta il dito soprattutto contro le classi A, C ed E della Mercedes, la serie 5 della Bmw e la Peugot 308.

Leggi tutto