Padoan: "Volkswagen, temo ricadute sull'industria italiana"

1' di lettura

Il ministro dell'Economia, ospite alla festa di Scelta Civica, dice che lo scandalo tedesco è "un colpo molto duro alla fiducia". Sulle pensioni, invece, puntualizza: "L'idea che la flessibilità sia a costo zero è inesatta". Infine rivendica la cancellazione delle imposte sulla casa: "Taglio Tasi più utile del taglio tasse sul lavoro"

"Si tratta di un colpo molto duro alla fiducia, un ingrediente fondamentale ma tra i più carenti durante la crisi". Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ospite della festa di Scelta Civica a Salerno, commenta con preoccupazione lo scandalo Volkswagen. "Temo che ci siano conseguenze, mi auguro limitate, anche perché a catena ci potrebbero essere effetti sull'industria italiana", ha detto (GUARDA IL VIDEO). "Il problema non è solo tedesco, ma europeo e se la fiducia viene intaccata, sono a rischio gli investimenti".

 

"Tasi più utile di sgravi sul lavoro" - Il ministro ha poi rivendicato le scelte del governo sul taglio delle tasse: "La critica degli economisti è che abolire le tasse sulla casa sia meno efficiente che abbattere le tasse sul lavoro. E' vero in generale, ma nel caso specifico italiano, l'abbattimento della Tasi è relativamente più efficiente" perché riguarda l'80% degli italiani. La specificità italiana, ha spiegato il ministro, è legata alla grande presenza di proprietari, a cui sarà restituita fiducia, ma anche alla necessità di "sostenere l'industria delle costruzioni, uno tra i pezzi dell'economia italiana che risulta ancora in ritardo".

 

Padoan ha anche ricordato che il governo ha attivato una strategia pluriennale di riduzione della pressione fiscale e per questo, prima di agire sulla Tasi, ha già operato due tagli sul costo del lavoro, puntando poi a concentrarsi dalla finanziaria dell'anno prossimo su "altri tipi di tagli" a favore della competitività delle imprese.

 

Pensioni e flessibilità in uscita - Infine il ministro è tornato sul tema pensioni precisando che "l'idea che la flessibilità sia a costo zero è semplicemente inesatta. L'operazione di flessibilità costa, bisogna vedere come viene attribuito questo costo e a chi". La prossima legge di stabilità "troverà risorse per i nuovi impegni e per disinnescare le clausole di salvaguardia. Una parte molto importante delle coperture arriverà dalla spending review", ha assicurato Padoan.  

Leggi tutto