Skype torna a funzionare dopo 24 ore di disservizi

Getty Images
1' di lettura

Il programma di software per telefonare e inviare messaggi tramite Internet ha fatto registrare da lunedì disservizi in diverse parti del mondo. Molti utenti risultavano offline anche se collegati. Poi martedì l'annuncio su Twitter: "Problema rientrato"

Dopo ventiquattrore di blackout Skype, il sistema per telefonare online, è tornato operativo. Il sistema è rimasto fuori uso in diversi parti del mondo da lunedì mattina, con tanti disagi per le persone che lo usano. Il programma di software per telefonare e inviare messaggi tramite internet, acquistato da Microsoft nel 2011 per 8,5 miliardi di dollari, si stima venga usato da oltre 600 milioni di utenti. La società ha in un primo tempo comunicato di aver “identificato il problema di rete”. "Stiamo riconnettendo i nostri utenti e siamo concentrati sul ripristino del servizio completo”, si legge sul blog, per poi comunicare che il problema era rientrato.

 

 

Individuato il problema - Molti utenti risultavano offline anche se collegati e quindi non potevano ricevere o inviare telefonate. I disservizi hanno riguardato anche la chat, seppure in misura minore. “Un piccolo numero di messaggi nelle chat di gruppo non è stato recapitato, ma nella maggior parte dei casi si riesce a inviare messaggi ai propri contatti", ha spiegato Skype sul suo blog. I problemi, si legge ancora nella nota, “non hanno riguardato Skype per gli utenti business", cioè il servizio a pagamento che la società eroga alle aziende.

 

Non è il primo disservizio globale - Per la società non si tratta del primo disservizio di questo tipo: nel dicembre 2010 un problema tecnico interessò molti utenti nel mondo per diverse ore. Come accadde allora, anche adesso molte persone hanno segnalato l'accaduto su Twitter da diversi Paesi, dalla Gran Bretagna all'Australia, dagli Usa al Brasile, dalla Turchia alla Thailandia, dall’Italia al Giappone.

 

Data ultima modifica 22 settembre 2015 ore 10:58

Leggi tutto