Italcementi venduta ai tedeschi di Heidelberg

1' di lettura

La famiglia Pesenti cede una quota del 45%. Il valore dell'operazione è di 1,67 miliardi. "Non conta il controllo ma lo sviluppo", afferma il presidente. Esordio boom in Borsa dopo l'affare (+50%) 

Italcementi diventa 'tedesca': il controllo del gruppo industriale che da sempre fa capo alla famiglia Pesenti viene ceduto a sorpresa per oltre 1,6 miliardi a Heidelberg per creare il primo gruppo mondiale negli aggregati, il secondo nel cemento e il terzo nel calcestruzzo. "Un imprenditore sa che l'importante è garantire lo sviluppo futuro dell'attività più che arroccarsi nella continuità del controllo dell'azienda", commenta Giampiero Pesenti, figlio di Carlo, uno dei sei fratelli fondatori dell'impresa nata all'inizio del secolo nella bergamasca.

L'operazione fa volare il settore in Borsa e si segnala il boom dell'impresa leader del calcestruzzo che, dopo non essere riuscita a fare prezzo nelle primissime fasi di seduta, piazza un progresso del 49,39% a quota 9,86 euro per azione, proiettandosi verso i 10,6 euro fissati per l'Opa dei tedeschi di Heidelberg. 

 

L'accordo prevede l'assegnazione ad Italmobiliare, come parte del corrispettivo di acquisto, di una quota del capitale della 'nuova' HeidelbergCement compresa fra il 4% e il 5,3% - tramite aumento di capitale riservato - che corrisponde a un controvalore tra i 560 e 760 milioni. Con questa partecipazione azionaria Italmobiliare - della quale Mediobanca e' stata advisor - diverra' il secondo azionista industriale di HeidelbergCement, con un rappresentante all'interno del Consiglio di Sorveglianza.
Successivamente alla chiusura dell'operazione, HeidelbergCement sara' tenuta ad effettuare un'Offerta pubblica di acquisto obbligatoria per cassa sul restante capitale di Italcementi al medesimo prezzo per azione pagato a Italmobiliare che da parte sua, nell'ambito dell'operazione, si impegna ad acquistare da Italcementi le attivita' nel settore delle energie rinnovabili (Italgen) e nell"eprocurement' (BravoSolution). "

 

Oltre a mantenere una forte presenza nel settore dei materiali da costruzione, con la partecipazione in HeidelbergCement rafforzeremo il portafoglio di investimenti industriali che si affiancano alle partecipazioni gia' detenute nel settore dell'imballaggio alimentare (SirapGema) e in altri comparti diversificati", afferma la nota della holding che fa capo ai Pesenti al termine del Cda che ha approvato l'operazione con il gruppo tedesco.
L'acquisizione del 45% e quindi del controllo di Italcementi avviene in un settore che poche settimane fa ha visto l'accordo da 41 miliardi tra Holcim e Lafarge. HeidelbergCement lo scorso anno ha registrato ricavi per 12,6 miliardi con 44.900 dipendenti in oltre 40 Paesi e capitalizza quasi 14 miliardi alla Borsa di Francoforte mentre Italcementi 'vale', secondo le quotazioni di Piazza Affari, circa 2,3 miliardi mentre con questa operazione viene valutata circa 3 miliardi.

Data ultima modifica 29 luglio 2015 ore 10:00

Leggi tutto