Alitalia, oggi sciopero di 24 ore: cancellati 15% dei voli

1' di lettura

Stop di piloti e assistenti. Anpac: a rischio mille posti di lavoro. La compagnia aerea: “L'ipotesi degli esuberi nel 2016 è frutto di pura fantasia e priva di qualsiasi sostanza”. E aggiunge: “Questa mobilitazione è irrispettosa”

Piloti ed assistenti di volo del gruppo Alitalia venerdì 24 luglio scioperano per 24 ore. L’organizzazione sindacale Anpac conferma la protesta su tutto il territorio nazionale, ad esclusione dei voli da e per gli aeroporti di Bologna e Venezia, nel rispetto delle prescrizioni di legge. Una mobilitazione che ha come effetto la cancellazione del 15% dei voli previsti e che Alitalia definisce “irrispettosa”.


Il sindacato: a rischio mille posti di lavoro - La protesta, si legge in una nota, "è generata dal rifiuto aziendale a sottoscrivere un impegno per mantenere i livelli occupazionali del Personale Navigante al termine della SOD, in assenza del quale circa mille tra piloti ed assistenti di volo rischieranno il posto di lavoro e dalla mancata omogeneizzazione del sistema retributivo dei naviganti Cityliner a quello dei colleghi Alitalia". Inoltre è forte la preoccupazione di un ulteriore futuro disimpegno del gruppo Alitalia dalla attività di medio raggio a favore della compagnia Etihad Regional.

 

Alitalia: sciopero irrispettoso – La compagnia aerea, dal canto suo, considera "pretestuose" le motivazioni dello sciopero addotte dal sindacato Anpac e sottolinea che su Cityliner il 21 luglio è stato raggiunto un accordo con importanti miglioramenti con 6 organizzazioni sindacali. Inoltre, sempre secondo Alitalia, l'ipotesi dei 1.000 esuberi nel 2016 è frutto di pura fantasia e priva di qualsiasi sostanza. Questo sciopero, commenta ancora l’aviolinea, “è irrispettoso dei sacrifici che negli ultimi due mesi i passeggeri, i colleghi di Alitalia, i lavoratori di tutto il sistema del trasporto aereo nazionale, sono stati costretti a fare a seguito dell'incendio all'aeroporto di Fiumicino che proprio in queste ore, con la riapertura del molo D, si avvia a un progressivo ritorno alla normalità”.

Leggi tutto