Tsipras: riforme su pensioni e fisco, ma tagliate il debito

1' di lettura

Il premier greco all’Europarlamento: "I soldi sono stati dati alle banche e non al popolo". Arriva la richiesta al fondo salva-Stati: Atene prevede nuovi provvedimenti su fisco e sistema pensionistico a partire da prossima settimana. LA CRONACA

Il fondo salvastati Esm ha ricevuto la richiesta di aiuti dalla Grecia. In cambio del prestito triennale al fondo, si legge nella lettera, Atene propone di varare una serie di riforme, già la prossima settimana, sia sul fronte del "fisco" che del "sistema pensionistico". Siamo pronti a onorare il debito, si legge nella lettera, anticipata dal Financial Times.

Tsipras all'Europarlamento: "Soldi dati a Grecia arrivati alle banche" - Poco prima della diffusione, il premier Alexis Tsipras è intervenuto al Parlamento europeo. Ha chiesto di aprire un confronto sulla sostenibilità sul debito, richiesta ribadita anche dal ministro delle Finanze nella lettera per il prestito triennale al fondo. "I soldi dati alla Grecia non hanno mai raggiunto il popolo, i soldi sono stati dati per salvare le banche europee e greche", ha detto, "dobbiamo trovare un compromesso positivo per evitare una frattura storica”.
Il premier greco, a Strasburgo, ha difeso il “No” nel referendum. “La scelta coraggiosa del popolo greco – ha insistito – non è una scelta di rottura con l'Europa, ma è la scelta di tornare ai valori che stanno alla base dell'Ue. Occorre rispetto per la scelta del nostro popolo”. “La mia patria – ha aggiunto – si è trasformata in un laboratorio sperimentale di austerità, ma l'esperimento non ha avuto successo. Rivendichiamo un accordo con i nostri alleati che ci porti direttamente fuori dalla crisi".

La replica di Juncker - Per la Grecia "la Commissione aveva proposto un programma pluriennale di prestiti per 35 miliardi di euro. E' bene che si sappiano tutte le cose che sono state dette dietro quelle porte chiuse", ha replicato il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker all'Europarlamento.

"Vogliamo abolire le baby pensioni" - "Ci sono distorsioni del passato che devono essere superate, come la questione delle pensioni - ha poi detto Tsipras nella controreplica - Vogliamo abolire le pensioni baby in un Paese che si trova in una situazione disastrosa. Servono le riforme, ma vogliamo tenerci il criterio di scelta su come suddividere il peso".   Domenica è previsto un nuovo summit a 28 deciderà se accettare l’accordo o, scenario peggiore, sancire il fallimento del Paese.

Tutti gli aggiornamenti in tempo reale

Leggi tutto