Grecia, Tsipras: "Vogliamo un accordo, ma sostenibile"

1' di lettura

Merkel: "Prima di nuove trattative aspettiamo risultato del referendum". Il premier greco tratta, conferma il referendum e invita a votare 'No': "Non è contro l'Europa, ma per avere una soluzione percorribile". La cronaca della giornata

"Il referendum di domenica non riguarda il nostro posto nell'euro che è dato per scontato e nessuno può dubitarne", "l'opzione democratica è il nucleo della tradizione europea e, purtroppo per la Grecia, non mi sarei aspettato che l'Europa democratica non desse al popolo greco lo spazio per decidere". E' questo il messaggio che il premier greco ha rivolto ai cittadini ellenici invitando a votare No al referendum. "Non è un No all'Europa, ma significa poter fare un accordo più sostenibile" ha spiegato Tsipras.

Le frasi del premier arrivano alla fine di una lunga giornata di trattative (LA CRONACA DELLA GIORNATA - LE FOTO - I VIDEO). Nelle ore scorse, in una lettera ai creditori, Tsipras aveva accettato le proposte avanzate nei giorni scorsi, chiedendo tuttavia alcuni cambiamenti. E' arrivato però l'alt di Angela Merkel: "La Germania ha deciso: aspettiamo il referendum". Le Borse europee sembrano tuttavia credere nella possibilità di un accordo e chiudono tutte in positivo.

Fmi, la Grecia non ha pagato - Nelle ore scorse l'Fmi ha confermato di non aver ricevuto il pagamento da parte della Grecia. Atene diventa il primo Paese avanzato a fare default nei confronti del Fondo Monetario Internazionale. Mentre Fitch taglia il rating della Grecia a "CC" da "CCC".

La cronaca della giornata

Leggi tutto