Grecia, dopo nulla di fatto dell’Eurogruppo si tratta ancora

1' di lettura

Incontro tra Tsipras, Merkel e Hollande in vista della nuova riunione fissata per sabato. Renzi fiducioso sulla possibilità di trovare un accordo. Il ministro Varoufakis: “Abbiamo fatto i salti mortali per accogliere le strane richieste dei creditori”

Il premier greco Alexis Tsipras ha incontrato il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande, dopo il nulla di fatto dell'Eurogruppo di ieri che non è riuscito a chiudere un accordo sul pacchetto di riforme finalizzato allo sblocco degli aiuti finanziari. Merkel, Hollande e Tsipras sono a Bruxelles per il consiglio europeo dei capi di Stato e di governo.
Si continua dunque a trattare in vista della nuova riunione fissata per sabato 27 giugno, quando i ministri delle Finanze della zona euro si incontreranno nuovamente nella capitale belga per cercare di trovare un compromesso prima della scadenza, il 30 giugno, del prestito da 1,6 miliardi di euro del Fmi alla Grecia, che Atene allo stato attuale non è in grado di onorare. "Faremo di tutto fino al 30 del mese - assicura il commissario europeo Guenther Oettinger - in modo che i greci si mostrino preparati alle riforme. Una 'Grexit' non è nel nostro intento ma sarà inevitabile se non si troverà una soluzione in 5 giorni".

Varoufakis: “Da creditori strane richieste” – “Abbiamo fatto i salti mortali per accogliere le strane richieste dei creditori" ha detto il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis. Poi ha ribadito anche che l'impegno del governo greco a restare nell'euro "è assoluto" aggiungendo però che Atene non è disposta ad accettare una soluzione sul debito che consideri "impraticabile".

Renzi fiducioso: “Sabato giorno decisivo” - Domani l’Eurogruppo tornerà a riunirsi per cercare di sciogliere il nodo. Sarà "un giorno decisivo per la Grecia ed io sono fiducioso" sulla possibilità di arrivare ad un accordo, ha detto il premier Matteo Renzi sulla riunione dell'Eurogruppo di domani ribadendo "il sostegno agli sforzi del governo greco, di Alexis Tsipras, per raggiungere un accordo con le istituzioni e l'importanza per tutti di mantenere la Grecia nell'eurozona". Anche la cancelliera tedesca Angela Merkel ritiene decisiva la riunione di sabato per trovare una soluzione sottolineando che al momento non sarà possibile trovare altri fondi oltre quelli rimasti in questa fase nel programma di salvataggio (7,2 miliardi di euro).

Leggi tutto